Vaccini, De Luca: “La Campania è in guerra per ottenere le dosi. Le acquisteremo da soli”

Il Presidente Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha affrontato la questione delle vaccinazioni annunciando un’importante novità: la Campania procederà autonomamente all’acquisto di ulteriori vaccini.

De Luca sulle vaccinazioni

Innanzitutto ha annunciato l’avvio imminente della campagna per il comparto scolastico: “Cercheremo di far partire le vaccinazioni per il personale scolastico. Già è attiva la piattaforma ‘Scuola Sicura’ della Regione quindi attendiamo che i dirigenti scolastici segnalino il personale disponibile a vaccinarsi perché come sapete la vaccinazioni è volontaria. Ad oggi abbiamo avuto 1000 iscrizioni sollecitiamo i dirigenti a fornire quanto prima l’elenco del personale che richiede la vaccinazione.”

“La vaccinazione è l’unico antidoto vero che abbiamo all’esplosione del contagio, tutto il resto sono mezze misure. Ad oggi le persone che hanno fatto le due dosi sono soltanto 140.000. Questo perché mancano le dosi di vaccino, la Campania sta facendo una guerra per avere gli stessi vaccini che hanno avuto le altre Regioni. Dovremmo aver acquisito il principio per il quale ci siamo battuti: un cittadino un vaccino. Ci sembra un criterio incontestabile. Vediamo se sarà così, intanto dobbiamo registrare che vi è stata una grande illusione nelle forniture di vaccini.”

“Abbiamo 140.000 vaccinati ad oggi, ciò significa che con questo ritmo rischiamo di veder emergere le varianti del virus e di rendere del tutto inutile anche le vaccinazioni. Potremmo trovarci, se non ci muoviamo, in una situazione di diffusione di varianti che non vengono coperte dagli attuali vaccini. Sarebbe una tragedia.”

“Anche noi stiamo cercando di muoverci per acquistare, aldilà della distribuzione che dovrebbe fare il commissario nazionale, altri vaccini in altre parti del mondo. Non ne parliamo finché non avremo cose concrete e definite per l’acquisto di altri vaccini direttamente come Regione Campania.”

Già le scorse settimane, il Presidente aveva palesato le sue preoccupazioni rispetto alla carenza di dosi che avrebbero portato allo slittamento della completa immunizzazione al 2023.

Potrebbe anche interessarti