Pullman deve far scendere passeggeri ma è ostacolato da auto in sosta selvaggia: l’autista della vettura si infuria e manda in frantumi la porta

porta pullman
Foto Marco Sansone

Un ennesimo atto vandalico è accaduto oggi a Napoli ai danni di un autobus nuovo del trasporto pubblico. Come denunciato da Marco Sansone del Coordinamento Regionale USB Lavoro Privato, un uomo ha mandato in frantumi i vetri della porta anteriore del pullman. Il tutto per futili motivi.

Erano le 14.30 quando l’autista della Linea C21, che da Mergellina percorre via Manzoni, passando per Capo Posillipo, Discesa Coroglio, Via Petrarca e ritorno, effettua l’ultima fermata. Prima del capolinea di Mergellina, il conducente si ferma per permettere la discesa/salita dei viaggiatori. Un’operazione che viene svolta con notevole difficoltà a causa della presenza di un’auto in sosta selvaggia proprio nell’area riservata alla fermata dell’autobus. Invece di spostarsi, il conducente dell’auto privata, evidentemente infastidito dai viaggiatori intenti a salire e scendere dall’autobus, inveiva contro l’autista dell’autobus frantumando il vetro della porta anteriore.

Come spiegato da Marco Sansone:

“È l’ennesimo atto vandalico, l’ennesima aggressione ai danni di un lavoratore dell’ANM. Un atteggiamento che ormai non fa nemmeno più troppo notizia e che viene vissuto un po’ come fosse all’ordine del giorno. Solo qualche giorno fa a seguito delle nostre continue denunce sulle criticità delle fermate autobus ANM, l’Assessore ai Trasporti di Napoli, Marco Gaudini, ci aveva risposto con i numeri relativi alle contravvenzioni avvenute a Napoli sulla sosta selvaggia. 

Riteniamo che il presidio del territorio e la messa in sicurezza per gli operatori dei trasporti strida con il continuo ricorso alla cassa integrazione da parte dell’ANM di tutti quei lavoratori, come i verificatori di titoli di viaggio o gli ausiliari alla sosta, che potrebbero essere impiegati in azioni di controllo e prevenzione, anziché essere lasciati a casa per motivi di taglio alla spesa che, come nel caso di oggi, costeranno alla partecipata del Comune di Napoli molto di più, essendo stato frantumato il vetro di una porta di un autobus nuovo che, di conseguenza, non potrà effettuare alcun viaggio, con conseguenti ed ulteriori ricadute sul servizio alla cittadinanza”. 

Nell’arco di tutto il 2020 il Comune di Napoli ha comunicato che sono stati elevati 21.694 verbali di sanzioni per infrazioni riguardanti soste nelle aree riservate allo stazionamento o alla fermata dei mezzi pubblici. Solo nel mese di gennaio 2021, le infrazioni sono state 2.433. Mentre sono stati 4.571 i verbali contro i veicoli sorpresi in circolazione sulle corsie riservate ai mezzi pubblici.

Potrebbe anche interessarti