A Cetara si teme un focolaio, scattano le restrizioni: chiuse scuole e chiese, orari ristretti per i negozi

L’amministrazione Comunale di Cetara, piccolo borgo della Costiera Amalfitana, ha emanato un’ordinanza per contrastare la diffusione del covid, dando vita ad una sorta di zona rossa.

Cetara, ordinanza restrittiva per arginare la diffusione del covid

Con decorrenza dal 25 febbraio 2021 e fino al 6 marzo 2021, il provvedimento impone la chiusura delle scuole, la sospensione del mercato settimanale e dell’attività di commercio ambulante, oltre alla chiusura pomeridiana degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio. Inoltre, dispone la chiusura di chiese, cimitero, uffici comunali, spiagge e zona Marina.

Nello specifico, fatta eccezione per le farmacie, i negozi osserveranno i seguenti orari: chiusura alle 14:00 dal lunedì al venerdì, alle 18:00 il sabato e intera giornata la domenica.

Quanto agli uffici comunali, sarà possibile mettersi in contatto con gli addetti tramite il web o i contatti telefonici. Soltanto l’Ufficio Servizi Demografici resterà aperto il mercoledì dalle ore 10:00 alle ore 12:00 per le sole procedure urgenti di rilascio della Carta di Identità Elettronica.

Chiuse anche le chiese, al fine di evitare occasioni di incontro, salvo per la celebrazione delle cerimonie funebri in forma privata limitatamente ai parenti stretti.

Dopo il mini-lockdown di novembre, il Comune di Cetara per diversi mesi ha affrontato al meglio l’emergenza Coronavirus, contando pochi casi o addirittura nessuno. La diffusione del virus ha, poi, interessato anche la Costiera Amalfitana, costretta a fare i conti, come il resto della Regione, con un nuovo incremento di positività.

Di qui il provvedimento firmato dal primo cittadino, Fortunato Della Monica, che ha deciso di intervenire tempestivamente. Tramite Facebook, l’amministrazione Comunale ha chiarito: “Si chiude in via preventiva perché non si ha la certezza del dato e si teme un nuovo focolaio”.

Potrebbe anche interessarti