Cinema e teatri verso la riapertura, Franceschini: “La cultura è il vero motore della ripresa”

Il Ministro per i beni e le attività culturali, Dario Franceschini, ha ufficializzato la possibilità di riaprire teatri, cinema e musei, anche nel weekend, dal 27 marzo in poi.

Franceschini, teatri e cinema aperti dal 27 marzo

Tramite Twitter ha annunciato: “Il confronto con il Cts e le integrazioni ai protocolli di sicurezza potranno consentire, in zona gialla, la riapertura dei teatri e cinema dal 27 marzo, Giornata mondiale del teatro, e l’accesso ai musei su prenotazione anche nel weekend”.

“L’impegno – come dichiarato dal Ministro Franceschini sin dal giorno del giuramento – è ripartire il prima possibile, perché la cultura è il vero motore della ripresa”.

Era atteso per oggi il confronto con il Cts che avrebbe dovuto esprimersi sulla riapertura di cinema e teatri su proposta del Ministro Franceschini. Proprio quest’ultimo ha fatto sapere che il Comitato si è espresso a favore ma l’accesso nei locali dovrà avvenire nel rispetto di un rigido protocollo.

Quest’ultimo prevede innanzitutto limitazioni negli orari: l’inizio dello spettacolo dovrà avvenire entro e non oltre le 22.00. La riapertura, inoltre, è consentita esclusivamente in zona gialla e sarà rivalutato il concetto di capienza. Alle sale, infatti, potranno accedervi un numero limitato di persone. Stando a quanto reso noto da ‘La Repubblica’, potrebbero essere occupati soltanto il 25% dei posti disponibili, fissando il limite di 200 spettatori al chiuso e 400 all’aperto.

Nonostante il via libera, il Cts avrebbe precisato che la riapertura va valutata 15 giorni prima della data di riapertura prevista, così da poter valutare l’andamento epidemiologico.

Potrebbe anche interessarti