Vietato impedire ai cani di andare in spiaggia, lo dice il TAR

Cani in spiaggia

Il TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) di Reggio Calabria ha affermato che è vietato impedire ai cani l’accesso alle spiagge, in quanto ciò costituisce una violazione del diritto di circolazione degli individui sul suolo italiano, garantito dall’articolo 16 della Costituzione. Precludere le spiagge ai cani e agli altri animali da compagnia, infatti, vuol dire tenere fuori dai lidi il loro padroni o detentori, costituendo dunque violazione della norma costituzionale: il diritto protetto, perciò, non è quello degli animali, bensì quello delle persone che devono poter essere in grado di calpestare la sabbia come tutti gli altri cittadini italiani.

La decisione del giudice è arrivata, secondo quanto riferisce Fanpage.it,  in merito ad un’ordinanza del comune di Melito Porto Salvo: secondo il TAR l’amministrazione comunale deve garantire il decoro e l’igiene dei lidi non attraverso il divieto assoluto di accesso agli animali domestici, ma con la previsione di altre misure, tra le quali suggerisce un accesso limitato a determinati orari o la destinazione ad essi di aree circoscritte.

Questa decisione, nonostante il TAR di Reggio Calabria abbia una giurisdizione limitata territorialmente, può sicuramente costituire un precedente giudiziario cui possono ispirarsi i giudici delle restanti regioni italiane.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più