Rigenerazione degli alberi per i comuni vesuviani: come funziona

L’associazione Primaurora di Torre del Greco è ormai da tempo attiva e impegnata in vari progetti: uno dei più recenti riguarda la nuova proposta inviata a tutti i comuni vesuviani per invitarli ad adottare la tecnica di rigenerazione degli alberi.

Questa pratica, già utilizzata in alcune zone Salernitane, consiste nel rigenerare un albero tagliato tramite la cura dei polloni di ricaccio. Non tutti infatti sanno che le latifoglie hanno la capacità di rigenerarsi.

Così facendo si risparmierebbero soldi e si garantirebbe la tutela dell’ambiente, mettendo anche in sicurezza i luoghi eliminando il fusto principale (laddove una specifica perizia tecnica lo ritenesse necessario) e lasciando il ceppo garantendo la ripresa dell’albero in condizioni vegetative migliori.

Ancora una volta ricordiamo che nell’era dei più critici cambiamenti climatici è importante non solo parlare di ambiente ma anche impegnarsi. Gli alberi sono vita: combattono il cambiamento climatico filtrando pioggia e grandine e mitigando gli effetti del riscaldamento delle città. Inoltre producono ossigeno, puliscono acqua ed aria e tutelano il suolo rendendolo più stabile e creando ambienti freschi e verdeggianti. Ed è proprio in un ambiente verde e sano che vogliamo vivere.

Si spera quindi che i comuni possano accogliere questa richiesta presentandola ai dipendenti comunali che lavorano nell’ambito della tutela del verde e alle ditte affidatarie di appalti per la manutenzione ambientale.

Impegniamoci tutti nel prendere coscienza del nostro territorio dando voce a problematiche di questo tipo: tuteliamo gli alberi e contrastiamone l’abbattimento.

Potrebbe anche interessarti