Vaccino, UE e Pfizer accelerano: 10 milioni di dosi in più nel secondo trimestre

vaccinazioni coronavirus scuola

Mentre in tutta Europa continua il dibattito sul vaccino AstraZeneca, la Commissione Europea e BioNtech Pfizer hanno stipulato un accordo per accelerare la consegna dei vaccini. Come riferisce AdnKronos, saranno 10 milioni le dosi distribuite per il secondo trimestre 2021.

Ad annunciarlo è stata la presidente della Commissione Ursula von der Leyen, che ha detto: “Sappiamo quanto sia critico il secondo trimestre per il dispiegamento delle nostre strategie vaccinali negli Stati membri. Questi 10 milioni di dosi accelerate – continua von der Leyen – porteranno il totale delle dosi nel secondo trimestre sopra i 200 milioni. E’ un’ottima notizia: questo darà agli Stati membri un margine di manovra e consentirà di colmare mancanze nelle consegne“.

I 10 milioni di dosi vengono anticipati dall’opzione di acquisto di 100 milioni di dosi del vaccino esercitabile nel terzo e quarto trimestre 2021. La proposta della Commissione dovrà essere ora approvata dagli Stati membri nel comitato direttivo congiunto.

Mentre arriva quest’ottima notizia da parte di Pfizer, il vaccino AstraZeneca è sempre più sotto “inchiesta”. Ormai sono tanti i Paesi che hanno deciso di sospendere la somministrazione del siero a causa di alcune reazioni avverse. L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha deciso ieri per la sospensione in tutto il Paese mentre, Nazioni come Germania, Islanda, Danimarca aveva già preso la decisione. L’ultima in ordine di tempo a bloccare AstraZeneca è stata la Svezia, decisione arrivata nella mattinata di oggi.

Potrebbe anche interessarti