EMA e OMS/ Confermato il piano europeo dei vaccini: efficaci anche contro le varanti

medico scienziato

I vaccini attualmente in uso sono efficaci contro le tre varianti dominanti di Sars-Cov-2, ossia quelle inglese, sudafricana e brasiliana. È quanto contenuto in un aggiornamento del Parlamento Europeo pubblicato sul sito ufficiale. I membri della Commissione per l’ambiente e la salute pubblica hanno raccolto le conclusioni dei rappresentanti del Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie, dell’EMA e dell’OMS sull’efficacia delle somministrazioni dei vaccini contro le mutazioni del coronavirus.

Il dottor Bruno Ciancio, capo della sorveglianza al Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie, ha affermato che attualmente sono tre le varianti dominanti nell’Unione Europea. Stando alle conoscenze attuali circa queste, Ciancio sostiene che le strategie attuali messe in campo dall’Unione restano valide, anche se i singoli Stati sono sotto pressione a causa della necessità di tenere traccia delle varianti.

Secondo il dottor Marco Cavalieri, responsabile della strategia vaccinale dell’EMA, il processo di approvazione dei vaccini aggiustati secondo le varianti dovrebbe essere più veloce: “I produttori non devono cominciare nuovamente da zero, ma i nuovi vaccini verranno approvati come variazione delle dosi che hanno portato all’approvazione iniziale. Ciò consentirà di risparmiare molto tempo e renderà le cose più semplici e flessibili”.

Nel frattempo, in Italia, è stata scoperta una nuova variante dovuta alla combinazione sei diverse varianti: quella inglese, la nigeriana e altre quattro non note. Anche circa questa variante è da studiare l’impatto sull’efficacia dei vaccini.

Potrebbe anche interessarti