Nuove raccomandazioni in merito al Covid: aumenta la distanza di sicurezza e quarantena anche per i vaccinati

vaccino anti-covid

Nuove raccomandazioni contro il virus e le sue varianti. Aumenta la distanza di sicurezza da uno a due metri, quarantena anche per chi ha già ricevuto il vaccino, vaccino per chi ha già avuto il virus solo dopo tre mesi. Sono queste alcune delle avvertenze stilate e riportate nel documento “Indicazioni ad interim sulle misure di prevenzione e controllo delle infezioni da SARS-CoV-2 in tema di varianti e vaccinazione“, presente sul sito del governo.

Per quanto riguarda la distanza di sicurezza, quest’ultima resta obbligatoria. Ma, nella circolare del governo, è indicato che sarebbe opportuno aumentarla fino a due metri soprattutto nei momenti in cui non vi sono protezioni, come mentre si mangia o beve. Di conseguenza, anche la distanza tra i tavoli nei bar e ristoranti dovrà aumentare.

Raccomandazioni: come comportarsi con i vaccinati

Inoltre, anche i vaccinati dovranno rispettare il periodo di quarantena dopo aver avuto un contatto con un positivo. Quest’ultimo dovrà stare in quarantena per circa 10 giorni e sottoporsi ad un test molecolare o antigienico al decimo giorno. Tutto ciò perché la protezione del vaccino non è del 100%, e per determinate varianti del virus non funziona nemmeno. Quindi la possibilità di reinfettarsi c’è, anche se molto bassa.

Infatti, nel documento si legge: “Anche se ha completato il ciclo vaccinale, dovrà continuare a mantenere le stesse misure di prevenzione per i soggetti non vaccinati. In particolare osservare il distanziamento fisico (laddove possibile), indossare un’appropriata protezione respiratoria, igienizzarsi o lavarsi le mani secondo procedure consolidate.

Raccomandazioni: chi vaccinare o meno e come

Altro punto del documento è la questione del vaccinare o meno i soggetti che hanno già avuto il covid. Ciò è possibile, ma deve avvenire dopo 3 mesi dall’infezione, ed entro 6 mesi dalla stessa, possibilmente con una sola dose. Mentre, le persone con di immunodeficienza, anche se hanno avuto il Covid, devono essere vaccinate il prima possibile e con due dosi. Inoltre, chi ha già avuto il virus, con il vaccino potrebbe avere qualche sintomo lieve più frequentemente di altri.

Anche i soggetti che hanno avuto contatti stretti con un positivo possono essere vaccinati, ma devono terminare la quarantena di 10-14 giorni prima. Per contatto stretto si intende “un’esposizione ad alto rischio a un caso probabile o confermato“, come stando a contatto con una persona che vive nella stessa casa positiva o a meno di due metri di distanza e per almeno 15 minuti con un positivo. Nel frattempo la campagna vaccinale continua senza sosta, per cercare di arrivare all’immunità di gregge.

Potrebbe anche interessarti