Vaccini. Inaugurato l’hub al Museo Madre: prossimo alla Fagianeria di Capodimonte

hub fagianeria

Napoli – Prosegue la campagna di vaccinazioni anti-Covid 19. Aperte, proprio a questo riguardo, nuove strutture per poter ospitare pazienti e professionisti che si sono detti pronti a vaccinare, ma non nel proprio studio. Come già avvenuto in altre zone d’Italia, anche l’arte si mette in gioco e i musei diventano nuove strutture vaccinali. Inaugurato durante il week end passato Museo d’Arte Contemporanea Museo Madre come hub vaccinale. Ma non sarà l’ultimo: giovedì 1° aprile aprirà anche l’hub alla Fagianeria di Capodimonte.

Da stamattina siamo a supporto della ASL Napoli 1, presso il Centro Vaccinale istituito nel Museo Madre, nel Complesso…

Pubblicato da Falchi del Sud su Sabato 27 marzo 2021

Come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, le vaccinazioni, iniziate sabato 27 marzo al Museo Madre, continuano con successo, con 120 convocati tra persone over 80 e fragili. Programmata, invece, per i prossimi giorni dall’Asl Napoli 1 una riunione per l’attività dei prossimi giorni. Stabilito, infatti, che il Museo Madre, dopo la prima apertura avvenuta nel week end, rimarrà chiuso fino a mercoledì. Da giovedì, poi, sarà nuovamente attivo per due giorni, probabilmente per tutti i medici di base che hanno acconsentito a vaccinare, ma non nel proprio studio. Durante queste due giornate quattro box di vaccini per pazienti fragili saranno destinati ai medici di base e ai propri pazienti. Il Museo Madre resterà inoltre aperto nuovamente per il fine settimana. Previsti , in base ai dati della settimana precedente, in questi due giorni, oltre 300 vaccinati al giorno.

Hub vaccinale alla Fagianeria di Capodimonte: le prime convocazioni

In attesa dell’apertura del quarto hub vaccinale alla Fagianeria di Capodimonte, alcuni medici di base hanno iniziato le vaccinazioni nei loro studi. Vaccinati, infatti,  67 pazienti fragili tra studio e domicilio dai primi 20 medici scelti dall’Asl. Convocati, invece, già i primi pazienti che effettueranno il vaccino alla Fagianeria di Capodimonte. Contattati per giovedì 500 pazienti, 600 per venerdì mentre nei giorni di sabato, domenica e lunedì 800 al giorno. In un’intervista ad ANSA, il direttore dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva ha avanzato la richiesta di rispettare gli orari di convocazione. “È molto importante, abbiamo fatto un grande sforzo per tarare bene il numero di persone da vaccinare per ogni ora e non va bene vedere persone in attesa che arrivano anche con 3-4 ore di anticipo. Al massimo arrivare 30 minuti prima, ma non di più.” afferma, sottolineando che in tale modo si eviterebbero file ed assembramenti.

Potrebbe anche interessarti