“Napoli è sicura”: varato il protocollo per attirare più turisti in città

La I Municipalità di Napoli ha siglato, giovedì 1 aprile 2021, con le imprese turistiche un protocollo d’intesa. La finalità dell’accordo è stata quella di migliorare la percezione dei turisti verso i quartieri di Chiaia, Posillipo e San Ferdinando. Il documento è stato bollato da otto Associazioni di Categoria, rappresentanti delle principali imprese che operano nel settore turistico.

lungomare turistiL’obiettivo primario è quello di presentare una “iniziativa pilota” al fine di sensibilizzare la Regione e l’Amministrazione comunale a incentivare le azioni atte a migliorare la percezione dell’intera città di Napoli, come località di vacanza sicura nella quale tutte le imprese turistiche e commerciali si sono adeguatamente adoperate per il rispetto delle misure di sicurezza, varate dalle norme sanitarie anti-covid. Infatti tale protocollo è finalizzato al perseguimento di svariati obiettivi, quali quelli comunicati in una nota:

creare un’immagine unitaria del territorio della Municipalità 1 declinata in strumenti di comunicazione differenti ed adeguati alla pluralità dell’offerta di servizi e di risorse di interesse turistico-culturali; realizzare punti di accoglienza efficienti con la fornitura di informazioni sui protocolli Covid, rispettati ed attuati da tutti gli operatori della filiera turistica locale al fine di soddisfare le esigenze dei turisti; tutto ciò partendo dal potenziamento degli infopoint già realizzati nella Prima Municipalità con il Progetto Prima Turismo; promuovere il territorio nel suo complesso, tenendo presenti i servizi offerti da tutti gli operatori economici che, direttamente e indirettamente, interagiscono con il turismo business e leisure (ristoranti, alberghi, gestori di spazi congressuali, teatri…); promuovere, attraverso i canali di Advunite questa interessante mission presso le agenzie di viaggi italiane con pubblicazioni sui giornali e siti di
categoria.

Una delle sostenitrici dell’iniziativa, Iris Savastano, Presidente della Commissione Turismo, a tal proposito ha dichiarato:

Questa iniziativa parte dall’oggettiva considerazione che per velocizzare la ripresa economica del nostro Paese, e nella fattispecie della nostra città, oltre ovviamente a potenziare la campagna “Vaccini” che deve necessariamente includere anche tutti gli operatori del comparto turistico, si rende necessaria un’azione concreta ed uniforme per rafforzare e veicolare l’immagine di Napoli come “oasi felice” dove tutto si muove in assoluta sicurezza secondo la normativa protocollo Covid 19.

Anche il Presidente della I Municipalità, Francesco de Giovanni, si è espresso a favore:

Questo protocollo si propone di potenziare la ripresa del turismo in tutte le sue forme sostenendo al contempo le attività commerciali. Bisogna favorire la ripresa in tutti i modi possibili anche attraverso forme di maggiori garanzie e di sicurezza per i cittadini restituendo agli stessi un clima di serenità e tranquillità. Credo che questo protocollo debba essere preso da esempio anche dall’Amministrazione comunale centrale ed attuato in tutta l’area metropolitana.

Non è mancato poi l’intervento di Cesare Foà, Presidente regionale di AIDIT per la Campania:

Il protocollo sottoscritto tra la nostra associazione Advunite e la prima Municipalità di Napoli è un segnale importante per il nostro settore lavorativo, bloccato ormai da 14 mesi. Il lavoro è un diritto garantito e tutelato dalla Costituzione Italiana; pertanto siamo grati alla Consigliera Iris Savastano ed al Presidente de Giovanni della I Municipalità per averci coinvolto in questo progetto, auspicando che presto il Comune di Napoli e la stessa Regione Campania, si muovano in questa direzione.