Napoli, controlli anti-assembramento a Pasqua e Pasquetta: de Magistris firma l’ordinanza

ordinanza de magistris pasqua

È stata firmata e pubblicata in serata un’ordinanza del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, contenente misure urgenti per i giorni di sabato santo, Pasqua e Pasquetta, in cui sarà necessario fronteggiare fenomeni di assembramento sul territorio cittadino.

Come spiegato in una nota del Comune, con ordinanza sindacale n. 70 del 03/02/2021 sono state individuate alcune strade e piazze cittadine interessate da situazioni di potenziale concentrazione di persone che costituiscono possibili occasioni di diffusione del contagio del Covid-19, in quanto favoriscono un’attenuazione anche involontaria del rispetto del distanziamento e del divieto di assembramento.

Con tale provvedimento è stata ordinata – laddove le forze deputate all’ordine pubblico e sicurezza ravvisino il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 – l’interdizione di tali aree per il tempo necessario a ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

Nell’ordinanza firmata da de Magistris per i giorni di sabato Santo, Pasqua e Pasquetta, si dispone di estendere le misure volte a fronteggiare fenomeni di assembramento sul territorio cittadino, già adottate con l’ordinanza n. 70/2021, alle seguenti strade di accesso alle spiagge cittadine:

via Franco Alfano
via Ferdinando Russo
discesa Gaiola
via Coroglio
via Nisida
via Marechiaro;

Infine si ordina: “fermo restando il rafforzamento dei controlli in tali aree, laddove le forze deputate all’ordine pubblico e sicurezza ravvisino il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19 – nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 l’interdizione delle sopraindicate aree per il solo tempo strettamente necessario a ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”

“Si raccomanda a tutti i cittadini di osservare comportamenti responsabili, ispirati al principio della massima cautela e prudenza, osservando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e dell’uso della mascherina.”

Potrebbe anche interessarti