De Magistris: “La zona rossa non sta funzionando. Dobbiamo usare gli spazi all’aperto”

zona rossa de magistrisLa Campania è ormai da più di un mese in zona rossa, ma i contagi non accennano a diminuire: sulla questione si è espresso anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che insiste sulla necessità di introdurre dei cambiamenti sia nella campagna vaccinale, sia per quanto riguarda l’uso degli spazi all’aperto.

Alla domanda “Cos’è che non sta funzionando”, relativa all’aumento dei contagi, de Magistris risponde: “Questo è un tema importante. La Campania presenta il più alto numero di contagi, il più alto numero di giorni in zona rossa e di giorni in cui le scuole sono state chiuse“, osserva de Magistris.

Evidentemente c’è stato più di qualcosa che non ha funzionato. Io credo che sia venuto il momento di cambiare completamente strategia. Innanzitutto, il Governo assuma immediatamente il coordinamento nazionale del piano vaccinale: finiamola con le boutade giornaliere che non potranno produrre alcun effetto, ma solo confusione.

In più io sono assolutamente dell’idea che, ora che stiamo per entrare nel pieno della primavera, bisogna utilizzare gli spazi all’aperto, contrariamente a come si è fatto finora. Noi vorremmo che si andasse in quella direzione: aperture dei luoghi all’aperto, dai boschi ai parchi, per consentire alle attività culturali, sportive, commerciali, della ristorazione e non solo, di utilizzare questi spazi“.

Il motivo, stando alle parole del primo cittadino, è che il rischio di contagio all’aperto è di gran lunga minore. Ciò trova conferma nelle opinioni di molti ricercatori, tra cui il virologo Roberto Burioni. I dati indicano che il contagio all’esterno è molto raro”, ha affermato Burioni. “Perché, con l’arrivo della bella stagione, non riaprire subito bar, ristoranti e pure teatri all’esterno, non lesinando autorizzazioni?”.

Potrebbe anche interessarti