Covid. Ascierto aveva ragione, il tocilizumab funziona: l’ok dell’Aifa alla rimborsabilità

Abbiamo saputo da pochissimo che tocilizumab ha ricevuto l’autorizzazione di AIFA alla rimborsabilità per il trattamento dei sintomi della polmonite da COVID19“. Lo ha detto il dottor Ascierto sul suo profilo facebook.

L’ok dell’Aifa

Questo significa – ha continuato – che la Commissione Tecnico Scientifica ha ritenuto idonei i dati disponibili sull’esito del trattamento con il farmaco per l’artrite reumatoide sui pazienti gravi affetti da coronavirus e si è detta favorevole a inserirlo nell’elenco dei farmaci rimborsati dal Sistema Sanitario Nazionale, regolato dalla legge n. 648, affinché i pazienti trattati non debbano affrontarne il costo. Questa è per noi un’enorme soddisfazione e ci rende fieri di aver perseverato, continuando a sostenere il nostro parere derivante dall’osservazione scientifica: per il paziente giusto al momento giusto“.

A cosa serve il Tocilizumab?

Il farmaco Tocilizumab, che serve per curare l’artrite reumatoide, può ridurre il rischio di ventilazione meccanica invasiva e anche di morte in pazienti con polmonite grave da Covid-19.

Potrebbe anche interessarti