VIDEO. Spettacolo nel Golfo di Napoli, avvistata una balena grigia: non si vedeva da secoli nel Mediterraneo

In Campania è stata avvistata una balena della specie grigia. Si tratta dello stesso esemplare avvistato a Ponza pochi giorni prima, proseguendo il suo viaggio passando per la Penisola Sorrentina, Baia e Procida. Per la prima volta avrebbe fatto il suo ingresso in Italia.

Campania, avvistata una balena grigia

La balena grigia, stando a quanto reso noto dall’Area Marina Protetta di Punta Campanella, vive nell’oceano Pacifico orientale, tra la California e l’Alaska. Nel periodo primaverile effettua lunghissime migrazioni. Tuttavia, stando a quanto spiegato dagli esperti: “La balena grigia non è più presente nell’oceano Atlantico da almeno 300 anni, sterminata dalle baleniere. Mai vista per secoli nel Mediterraneo. Resta da capire come e per quali motivi si possa trovare qui”.

Dopo secoli la prima era stata avvistata nel 2010, al largo di Israele. Seguirono altri due sporadici avvistamenti, rispettivamente in Spagna e Marocco. Una delle spiegazioni avanzate si legherebbe ai cambiamenti climatici, con lo scioglimento dei ghiacciai artici, che avrebbero potuto dare il via a questa incredibile migrazione. Il primo avvistamento in Italia si è verificato qualche giorno fa al largo di Ponza. Poco dopo ha proseguito il suo cammino verso le acque campane.

Da Ponza e dalla Penisola Sorrentina, l’esemplare, di circa 7 metri, si è diretto verso Baia, frazione di Bacoli. Oltre ad essere denutrita e molto magra, la balena è apparsa in evidente stato di difficoltà ma non è ferita. Anche qui sono state avviate le operazioni di soccorso segnalando il caso alla capitaneria di Pozzuoli e alla stazione Anton Dhorn.

Sul web continuano a circolare foto e video che mostrano tutta la spettacolarità di questo esemplare, per la prima volta apparso in Italia.

Da Baia, la balena ha preso il largo in direzione Procida facendo perdere le tracce. Il suo percorso è stato monitorato dal lavoro congiunto tra le Aree Marine Protette del Golfo, la Capitaneria di Porto, la Stazione zoologica Dhorn con il supporto del Cert dell’Università di Padova e di Oceano Mare Delphis.

Potrebbe anche interessarti