Covid in Campania, De Luca: “Qui la mascherina va indossata anche mentre si dorme”

La mascherina qui in Campania va indossata anche mentre si dorme” – parola di Vincenzo De Luca. Oggi in Campania i tamponi positivi sono 1.986 dei 21.943 processati nelle ultime 24 ore (il 9,5%), tra i nuovi contagiati ci sono 640 sintomatici, il 32,2%.

Secondo l’ultimo bollettino, sono 33 le nuove vittime del Covid (25 decedute nelle ultime 48 ore). Sul piano vaccini oggi sono state poco meno di 28mila le dosi effettuate in 24 ore, ma è cresciuto di 5mila unità il numero dei fragili vaccinati con la seconda dose.

Proprio della situazione vaccini ha parlato il Presidente Vincenzo De Luca in visita a Mondragone, come riferisce Il Corriere della Sera: “La Campania ha 207.000 vaccini in meno rispetto alla sua popolazione. Sono dei delinquenti perché tolgono il vaccino alla regione che ha la densità abitativa più alta d’Italia e di Europa.

Non so quale espressione usare – ha aggiunto – ma sono un muro di gomma e fanno finta di non sentire. Continueremo a combattere finché non si svegliano, perché la soluzione è nelle vaccinazioni. Zona gialla, rossa, verde non si controlla più niente. In area vesuviana c’era zona rossa ma quali controlli si facevano? Niente“.

Sulla questione covid in regione, il presidente ha detto: ” Stamattina mi sono intossicato sentendo che la Campania rischia la zona arancione. Noi abbiamo un dato alto sui positivi che troviamo, ancora ieri erano 1800 positivi. Ma c’è da capire bene come vengono valutati i positivi, anche perché i positivi sono per il 99% asintomatici o paucisintomatici. Ho la sensazione che in altre parti d’Italia non adottano, diciamo, lo stesso rigore della Campania per valutare i positivi.

Noi siamo per il massimo rigore per non giocarci la stagione estiva. Già oggi qualche positivo che troviamo è il risultato di Pasqua e Pasquetta, c’è stata qualche allegria di troppo. La mascherina va indossata anche quando dormono in Campania”, ha ribadito De Luca.

“La Campania è oggi prima rispetto ai due dati che misurano l’occupazione delle terapie intensive e il numero dei morti covid. Tutti gli altri numeri possono essere plasmati“.

Potrebbe anche interessarti