Covid, morto il giornalista Pietro Nardiello: “Un uomo pieno di vita. Guidaci da lassù”

pietro nardiello
Foto Facebook-Pietro Nardiello/I love salerno e la salernitana

Una dolorosa notizia ha sconvolto il mondo del giornalismo campano: è morto di covid a soli 48 anni Pietro Nardiello, giornalista e scrittore che era ricoverato al Covid Center di Santa Maria Capua Vetere.

Un colpo doloroso, questo, per chi aveva seguito la vicenda di Nardiello e lo aveva visto in una fase in cui le sue condizioni sembravano pian piano migliorare. Poco più di una settimana fa, il 27 aprile, Pietro Nardiello aveva pubblicato sui social una foto con la maschera per l’ossigeno, accompagnata dalla seguente didascalia: “Da oggi senza casco, con ossigeno e sulla poltrona”.

Da oggi senza casco, con ossigeno e sulla poltrona

Pubblicato da Pietro Nardiello su Martedì 27 aprile 2021

E risale sempre al 27 aprile uno dei suoi ultimi post, in cui il giornalista ringraziava gli “angeli in camice” che si prendevano cura di lui. Il covid però non gli ha lasciato scampo: le sue condizioni si sono aggravate, e nella giornata di oggi è deceduto presso il Covid Center di Santa Maria Capua Vetere. Tanti i messaggi pubblicati in suo onore sui social. Questo è quanto scrive la pagina Facebook “TORO Club Benevento – Pedro Mariani”:

Ci ha lasciato troppo presto Pietro Nardiello, un amico prima che un collega giornalista. Con lui organizzammo a settembre 2017 la presentazione del libro “Il grande Torino” alla vigilia della gara Benevento – Torino di serie A. Purtroppo lui quella sera non poté essere presente ma l’entusiasmo con cui collaborò per organizzare tutto al meglio lo ricordo benissimo.

Sempre positivo, voglioso di divulgare cultura attraverso le storie dello sport, quelle belle. Ci siamo sentiti tante altre volte e sempre perché Pietro aveva idee nuove, un vulcano di entusiasmo che contagiava. E adesso questo maledetto virus se lo è portato via troppo presto. Piango un amico, ma nello stesso tempo penso che adesso Pietro si godrà nello splendido stadio del Paradiso le gesta del grande Torino, e le racconterà con la solita poesia. Ciao Pietro”.

Ci ha lasciato troppo presto Pietro Nardiello, un amico prima che un collega giornalista. Con lui organizzammo a…

Pubblicato da TORO Club Benevento – Pedro Mariani- su Giovedì 6 maggio 2021

Un amico e collega di Nardiello, Andrea Fiorentino, scrive: “Apprendo da Pio Russo che l’amico Pietro Nardiello ha lasciato questa terra. Ucciso dal Covid, a quarantasette anni. Avete letto bene, ucciso dal Covid!!! Che rabbia. Un uomo pieno di vita, un collega buono, entusiasta.

Sempre pronto a dispensare consigli e suggerimenti preziosi, da buon fratello maggiore. Il testo su Di Bartolomei (Guidaci ancora Ago) è meraviglioso. Se ne avrete la possibilità, in futuro, di comprarlo, fatelo… Io intanto gli mando un bacio al cielo. Ti voglio bene, ‘guidaci ancora’ da lassù, Pié. E grazie di tutto”.

Apprendo da Pio Russo che l’amico Pietro Nardiello ha lasciato questa terra. Ucciso dal Covid, a quarantasette anni….

Pubblicato da Andrea Fiorentino su Giovedì 6 maggio 2021

Potrebbe anche interessarti