Coprifuoco e mascherine, il sottosegretario alla Salute Costa: “Via in estate”

andrea costa

Continua a tenere banco la questione del coprifuoco in Italia. Il Governo lavora per accontentare sia i ristoratori sia i cittadini che lo vorrebbero abolito il prima possibile o quanto meno ritardato. Le prime indiscrezioni ci dicono che dalle prossime settimane l’orario potrebbe essere posticipato ma di una sola ora. A confermarlo è lo stesso Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che ospite del programma “Vediamoci Chiaro” su Tv2000, ha parlato dell’argomento:

Mi auguro che dalla prossima settimana già ci possa essere un allungamento del coprifuoco almeno di un’ora o anche di 2 ore. Nel mese di giugno potremmo valutare l’ipotesi anche di abolirlo. Dobbiamo essere consapevoli di quello che facciamo altrimenti perdiamo credibilità. Se ogni mese somministreremo 15milioni di dosi significa che da qui a Luglio avremmo somministrato 45milioni di dosi più quelle già fatte e la maggior parte degli italiani sarà immunizzata. A fine luglio saremo ad una percentuale di immunizzazione importante che ci permette anche l‘ipotesi di poter togliere le mascherine all’aperto“.

Sulla questione del green pass invece Andrea Costa ci ha tenuto a precisare che il Governo lavora per mettere tutti sullo stesso piano: “C’è un elemento sul quale la politica deve fare una riflessione, cioè prevedere anche la gratuità dei tamponi altrimenti si rischia di non mettere tutti i cittadini sullo stesso piano. Se un nostro concittadino contrae il Covid viene curato gratuitamente e il vaccino viene somministrato allo stesso modo gratuitamente. Quindi anche sul tampone una riflessione di gratuità dovremmo farla“.

Proprio su questo nei giorni scorsi era avanzata l’ipotesi di un possibile pagamento per ottenere il green pass, valido per potersi spostare tra le regioni d’Italia anche se con colori diversi.

Potrebbe anche interessarti