Reddito cittadinanza, De Luca propone: “500 euro in più a chi lavora come stagionale”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha parlato degli interventi da attuare, oltre a palesare la sua proposta per ovviare al problema della carenza di stagionali occupando coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza.

De Luca, mancano gli stagionali: la proposta per chi percepisce il reddito di cittadinanza

Innanzitutto ha elencato le opere da realizzare in ambito sanitario: “Trasformeremo il rirtardo storico della medicina territoriale in un’occasione per realizzare strutture all’avanguardia. Stiamo lavorando ai progetti esecutivi per dare vita a nuovi ospedali”.

“A Napoli stiamo facendo un piccolo miracolo. Per l’Ospedale del Mare era stata prevista la chiusura di tre strutture: Incurabili, Annunziata e San Gennaro. Abbiamo evitato la chiusura di questi tre ospedali che costituiranno una rete ospedaliera di prossimità e di servizio ai cittadini all’avanguardia in Italia. Investiremo 100 milioni di euro della Regione ed eviteremo la chiusura di questi ospedali creando, nel cuore di Napoli, una bellissima rete ospedaliera”.

“Stiamo lavorando perché il San Giovanni Bosco riapra a fine giugno il pronto soccorso. Un accordo fra Napoli 2 e Santobono ha consentito di avviare nell’ospedale di Pozzuoli, col supporto della tecnologia robotica, interventi straordinari. Uno in particolare su un bambino di 6 anni per una malformazione renale. Sono interventi che si fanno soltanto qui in Campania con chirurgia robotica, che non si fanno a Sud di Roma. Altro punto di eccellenza che dobbiamo sottolineare”.

“Guardiamo al futuro per la nostra sanità ma anche per la nostra economia. Abbiamo approvato la legge di semplificazione delle opere pubbliche, con una proposta di legge inviata al Parlamento italiano. Questa prevede che una volta consegnato un cantiere l’opera non si possa più fermare.

In più la modifica all’abuso di atto d’ufficio per cancellare quest’obbrobrio giuridico. Abbiamo approvato l’agenzia regionale per i pagamenti per le imprese agricole e una variante urbanistica per completare la linea dell’Eav da Castellammare a Sorrento. Avvieremo anche l’ampliamento dell’ospedale di Procida”. 

“Lavoreremo per potenziare alcuni poli di sviluppo nei quali la Campania può vantare delle eccellenze. Pensiamo di potenziare nel Casertano un polo produttivo di eccellenza mondiale per quanto riguarda produzione e ricerca nelle tecnologie micro satellitari, quelle che riguardano i droni e il trasporto aereo.

Stiamo lavorando per potenziare la ricerca sull’ossigeno e in agricoltura. Vi sono dei segmenti produttivi nei quali per la ricerca, le nostre università, il retroterra culturale e scientifico che abbiamo, possiamo essere i primi al mondo. Nel nostro centro di ricerca aerospaziale vengono a fare collaudi di materiale aerospaziale da tutto il mondo. Vengono dalla Nasa a fare sperimentazioni nel nostro centro”.

“Stiamo lavorando sul tema dell’occupazione. Abbiamo inserito in un ruolo unico speciale i lavoratori socialmente utili. Se Dio vuole si avvia a conclusione il problema che riguarda i 2.000 giovani del concorso. Siamo impegnati a garantirgli il lavoro e lo faremo”. 

Quanto alla carenza di lavoratori stagionali il Governatore avanza la sua proposta: “Abbiamo difficoltà a trovare manodopera stagionale perché molti extracomunitari non ci sono più e per il fatto che il Reddito di Cittadinanza ha prodotto delle distorsioni”.

“Sono assolutamente d’accordo a dare un reddito a chi non ha il pane ma non sono d’accordo a tollerare degenerazioni e parassitismi. Facciamo fatica a trovare lavoratori stagionali in aziende agricole, ristoranti, alberghi, stabilimenti balneari. Molti che percepiscono il reddito non sono più disponibili a fare gli stagionali e magari vanno a fare pure il lavoro in nero per non perderlo.

“La mia proposta è la seguente: senza far perdere a nessuno il reddito o gli ammortizzatori sociali le aziende possono dare in aggiunta al reddito 500 euro al mese agli assunti. Un giovane, dunque, può aggiungere ai 750 euro altri 500 euro totalizzando circa 1.200 euro al mese. Mi pare una cosa dignitosa. Se è necessario si può dare anche un bonus trasporto”.

“Si potrebbe chiedere a chi prende il Reddito di andare a fare un’attività lavorativa stagionale. Si potrebbe aggiungere anche nel caso vengano rifiutate due o tre proposte si perde pure il Reddito così si fa un lavoro anche di moralizzazione e trasparenza. Io credo sia conveniente aggiungere al reddito altri 500 euro mensili per qualche mese, continuando a mantenere il reddito anche dopo. Una cosa utile per loro, lo stato e le imprese che non riescono a trovare più manodopera stagionale”.

Potrebbe anche interessarti