Nastri d’Argento ’75, premio speciale per Sophia Loren: tutti i candidati napoletani

nastri argento lorenTutto pronto per l’edizione numero 75 dei Nastri d’Argento, segnata dalle svolte e dalle novità introdotte dai film a seguito della ripartenza post pandemia. 45 le pellicole in concorso, con ‘Le sorelle Macaluso’ di Emma Dante, l’Isola delle Rose, ‘Cosa sarà’ di Francesco Bruni e due opere prime, ‘I predatori’ e ‘Il cattivo poeta’, che figurano tra i titoli più candidati di quest’anno.

Cinque i candidati come miglior film: Assandira, Cosa sarà, Le sorelle Macaluso, Lei mi parla ancora di Pupi Avati,
Non mi uccidere. Premio speciale, un nastro di Platino sarà consegnato a Sophia Loren per la sua interpretazione nel film ‘La vita davanti a sé’ che le ha fatto vincere anche un David di Donatello (candidata anche Laura Pausini con la canzone ‘Io sì’). A Renato Pozzetto con ‘Lei mi parla ancora’ va il premio speciale Nastro ’75.

TUTTI I CANDIDATI AI NASTRI D’ARGENTO

Nutrita anche la presenza ‘napoletana’. Candidati come miglior canzone vi è Stefano Bollani che ha curato l’adattamento delle musiche del film sulla Rai ‘Carosello, Carosone‘. Sei i nomi in lotta come miglior attore: Elio Germano (L’incredibile storia dell’Isola delle Rose), Fabio De Luigi (10 giorni con Babbo Natale), Simone Liberati (L’amore a domicilio), il napoletano Nando Paone (Il ladro di cardellini), Eduardo Scarpetta (Carosello Carosone) e Fabio Volo (Genitori Vs Influencer). Come attrice non protagonista candidata Pina Turco per ‘Fortuna’. Il regista napoletano Gianluca Jodice è candidato come miglior regista esordiente per ‘Il Cattivo Poeta’ che racconta la storia di Gabriele D’Annunzio.

Ma non solo, come scrive la Film Commission della Regione Campania:

Grande ritorno del alle candidature dei ’. Diverse le nomination nelle varie categorie per “ ” di Antonio Capuano, “” di Nicolangelo Gelormini, ““ di Daniele Luchetti, “” di Nunzia De Stefano, “ ” di Marcello Sannino, “ ” di Carlo Luglio, “ ” di Marco Mario De Notaris, “ ” di Lucio Pellegrini“.

In un comunicato, presente sul sito del Nastri d’Argento, vengono presentate le novità nel regolamento:

I riconoscimenti, che da lunedì saranno votati dai Giornalisti Cinematografici, annunciano sorprese in un’annata che, soprattutto tra gli esordi e le autrici – registe e sceneggiatrici – segna una svolta di novità e di cambiamento anche tra i ‘grandi’ che nell’ultima stagione, a dispetto delle grandi difficoltà che anche il cinema continua a vivere con la pandemia, hanno certamente rischiato di più anche nelle idee. Contenuto il numero delle nomination, al massimo sette, di quest’edizione che seleziona più di sempre anche tra i più ‘piccoli’ – ben 16 i film segnalati anche con una sola nomination – rivelando grande attenzione al nuovo e anche alle opere low budget” sottolinea a nome del Direttivo la Presidente Laura Delli Colli. E nella svolta dei ‘primi’ 75 anni, anche i Nastri si adeguano all’aria del cambiamento adeguando il regolamento per il premio ai produttori: da quest’anno saranno in corsa insieme ad ogni titolo inserito nella categoria del ‘Miglior film’, in competizione, segnalati anche nella Commedia“.

Potrebbe anche interessarti