Reddito Cittadinanza, De Luca: “Scovati 7 detenuti. Si usi per aiutare le mamme”

Il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta, è tornato a parlare del Reddito di Cittadinanza ponendosi contro coloro che lo percepiscono pur non avendone diritto.

De Luca sul reddito di cittadinanza: “Lo destinerei alle mamme e alle scuole”

Sulla campagna vaccinale: “Dobbiamo arrivare per inizio luglio a vaccinare tutta la città di Napoli e io credo anche i capoluoghi di provincia. Vediamo poi se ce la facciamo entro l’estate a immunizzare tutti. Per i cittadini dai 60 ai 79 anni ci sarà un open day dal 5 al 7 giugno presso il centro vaccinale della stazione marittima a Napoli. Sempre per la Asl Napoli 1 dal 5 giugno per i non deambulanti si apre un drive-in al Frullone Da lunedì presso le farmacie dell’Asl Napoli 1, 2 e 3 si comincia la somministrazione del vaccino Johnson&Johnson“.

Vi è stato un servizio sulla stampa di Torino che ha richiamato la nostra app sottolineandone l’eccellenza, è la più scaricata di Italia. Attraverso di essa forniamo certificati di vaccinazioni, gli esiti dei tampini, le prenotazioni degli open day. Si ricevono in tempo reale le notifiche rispetto alle richieste fatte“.

“Un’altra buona notizia riguarda l’economia italiana. Abbiamo previsioni che, diversamente da quelle pubblicate dal Governo mesi fa, ci incoraggiano. Si prevede un incremento del PIL del 4,5% nel 2021, del 4% per il 2022. Non siamo ancora ai livelli pre-pandemia ma sono tassi di crescita importanti che possono dare respiro alla nostra economia. Gran parte delle carte ce le giochiamo col piano di ripresa del nostro Paese. Se riusciamo a farlo decollare l’Italia comincia a respirare”.

Segnali interessanti anche dal turismo: “Abbiamo anticipato tutte le Regioni di Italia andando oltre le indicazioni che venivano dal commissariato. Per quanto riguarda il piano vaccinale dobbiamo ringraziare semplicemente le Regioni e i dipendenti delle nostre Asl. Per quello che riguarda lo Stato e il commissariato il contributo dato è di pura e semplice distribuzione o addirittura di confusione. L’unico merito del Governo è la prudenza nella gestione dei mesi precedenti. Per il resto abbiamo avuto solo i banchi a rotelle, le primule e tanta confusione. Il piano poggia al 1000% sulle spalle dei dipendenti delle nostre Asl e sulle Regioni. Se fosse stato tutto nelle mani dello Stato avremmo avuto l’ecatombe”. 

Torna a parlare anche del reddito di cittadinanza: “Buone notizie anche per le ultime decisioni che si avvia a prendere il Governo. L’assegno per i figli è molto importante. Io avrei preso il reddito di cittadinanza, togliendo la quota da dare alle famiglie povere, prendendo quello che rimane degli 8 miliardi l’anno che impegnano per il reddito. Avrei dato queste risorse per metà alle famiglie, per ogni figlio presente in modo tale da contribuire alla crescita del Paese e dare un mano alle mamme. Per un’altra metà le destinerei al comparto scuola-università per fare del nostro sistema formativo un sistema di eccellenza”.

“Sono stati scovati 300 soggetti che prendevano il reddito senza averne diritto, tra questi vi erano addirittura 7 detenuti. Complimenti per il livello di creatività raggiunto, complimenti meno convinti per chi ha voluto questa misura sapendo che questi fondi non saranno recuperati mai più. Chiudiamo questa parentesi penosa”.

Potrebbe anche interessarti