De Magistris contro Salvini: “Io fallito? Detto da lui è una medaglia. La sua politica è contro il Sud”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto alla trasmissione radiofonica ‘The breakfast club’, su Radio Capital, è tornato nuovamente sulle parole del leader della Lega, Matteo Salvini, che lo ha definito un ‘fallito’ durante gli stati generali della Lega Calabria.

De Magistris contro Salvini: “Io fallito? Detto da lui è una medaglia”

Il primo cittadino di Napoli, dopo averlo definito un ‘razzista’, ha dichiarato: “Io fallito? Detto da Salvini è una medaglia non una botta. Penso che hanno paura della mia candidatura per spazzare via l’inconcludenza e i danni che sta facendo Spirlì nel reggere la Calabria in maniera indegna. Salvini sarà sconfitto alle urne. Voglio ricordare agli italiani che Salvini è quello che ha costruito la sua fortuna politica contro i meridionali in maniera disgustosa. Questo noi meridionali non lo dimentichiamo”.

Sulla candidatura alla presidenza della Regione Calabria ha detto: “Io finisco il mio mandato a Napoli ad ottobre, non posso essere rieletto nuovamente perché lo si può fare per massimo 2 mandati. Mi piacciono le sfide difficili, quelle meridionali da uomo del SUd e mi candido in una terra straordinariamente bella ma anche complessa. Napoli è sempre il mio cuore, la mia città, non è che scappo”.

“La Calabria la conosco benissimo, la frequento da quando avevo 10 anni. Ci ho vissuto, ho lavorato come pm, la conosco meglio di alcuni denigratori che mi definiscono ‘straniero’ ma che da ceto politico dominante hanno distrutto questa terra. Sanno benissimo che io sono calabrese nell’animo e nel cuore, è come se avessi due terre: Napoli e la Calabria. Sono stati i calabresi a spingermi a considerare questa candidatura”.

Infine, ancora sul leader della Lega: “Salvini è un politico abile ma bisogna sempre ricordare che la sua fortuna è tutta contro il Sud. Le sue politiche non sono a favore del Sud, basta vedere il ceto politico del quale si circonda. Lui è un furbo e noi dobbiamo ricordare i soldi pubblici che la Lega ha sottratto”. 

Potrebbe anche interessarti