Dolore alla spalla dopo il vaccino: perché succede e gli esercizi per farlo passare

vaccino spallaUno degli effetti collaterali più comuni registrati dopo la somministrazione del vaccino anti Covid è il dolore alla spalla, in particolare quando si è ricevuto Pfizer o Moderna. Si tratta in genere di un dolore piuttosto lieve, anche se fastidioso, e che quindi non deve destare preoccupazione essendo destinato a sparire completamente e senza conseguenze nel giro di poco tempo, massimo qualche giorno.

Dolore alla spalla post vaccino: perché viene

La rivista Nature ha pubblicato un articolo, a febbraio 2021, secondo cui ben il 75% di coloro che avevano fatto il vaccino Pfizer avevano registrato questo sintomo nel punto dell’iniezione, mentre il 27% ha sperimentato del gonfiore dopo la seconda dose. Sembra che per Moderna la situazione possa essere simile, mentre gli altri due vaccini in uso, AstraZeneca e Johnson, il dolore alla spalla possa presentarsi ma in misura relativamente minore. Pfizer e Moderna sono accomunati dal fatto che si tratti di vaccini mRNA, che rispetto agli altri contengono conservanti e stabilizzanti particolari: l’ipotesi è che siano questi a causare il dolore, nonostante nessuno studio attualmente lo dimostri.

Ad ogni modo, si tratta di una reazione normale che sta ad indicare che il vaccino sta funzionando: il corpo sta reagendo all’iniezione, sostengono i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americani. In assenza di dolore, però, non vuol dire che il vaccino non stia funzionando.

Gli esercizi per farlo passare

Rachel Volkl, fisioterapista presso il Rush University Medical Center di Chicago, ha illustrato sei esercizi per migliorare la sensazione di dolore al braccio, o meglio al deltoide, il muscolo – molto sensibile poiché presenta molte innervature – dove viene praticata la puntura. Si tratta di esercizi da praticare in maniera blanda, come se fosse un riscaldamento, senza pesi e senza sforzi eccessivi. Si consiglia di farli con entrambe le braccia per mantenere la simmetria e di non farli affatto se il dolore è eccessivo: in questo caso consultare il medico. La fisioterapista consiglia di fare gli esercizi una volta ogni ora circa, dai due ai quattro giorni finché il dolore non si attenua o scompare.

Shoulder Circle

Letteralmente, i cerchi con la spalla. Partendo dalla posizione eretta alzare le braccia a voler formare con il corpo la lettera T, e disegnare piccoli cerchi sia in avanti che all’indietro, da 5 a 10 volte per ognuno.

Shoulder Press

Si parte ancora dalla posizione eretta per poi alzare le braccia e formare di nuovo la lettera T. A quel punto piegare i gomiti a 90 gradi verso l’alto con le mani lateralmente rispetto alla testa, per poi alzare lentamente le braccia verso il soffitto come se si volesse alzare un peso sopra la testa. Ripetere il movimento da cinque a dieci volte.

Sideways Overhead Sweep

Partendo dalla posizione eretta alzare pian piano le braccia sopra la testa, tenendole dritte, quindi senza piegare i gomiti. Il gesto somiglia a quello che si compie per disegnare l’angelo sulla neve, avendo l’attenzione di arrivare completamente con le braccia sopra il capo. Ripetere sempre da 5 a 10 volte.

Forward Overhead Sweep

È simile all’esercizio di prima: dalla posizione eretta, con i gomiti distesi, le braccia si devono alzare lentamente in avanti davanti al petto e poi sopra la testa. Ripetere da 5 a 10 volte.

Side to Front Reach

Dalla posizione eretta, alzare le braccia lateralmente fino a formare la lettera T. Da questa posizione le braccia si portano in avanti, davanti al petto, fino a far sfiorare i pollici, per poi riallontanare le braccia che dovranno essere allargate all’indietro fino a strizzare leggermente la schiena. Ripetere da 5 a 10 volte.

Wall Walk

Tradotto: camminare sulla parete. Dalla posizione eretta a un piede di distanza da un muro poggiare il palmo della mano contro la parete e, con il gomito piegato, bisogna far passeggiare la mano con le dita indice e medio verso l’alto fino a stendere tutto il braccio. Arrivati al punto più alto, scendere sempre “passeggiando”. Ripetere da 5 a 10 volte.

Potrebbe anche interessarti