Mascherina all’aperto, stop dal 28 giugno in zona bianca: la Campania attende De Luca

Mascherina all’aperto, con tutta l’Italia zona bianca da lunedì 28 giugno arriva lo stop all’obbligo (tranne che in caso di assembramenti). Questo quanto confermato ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza in un post su Facebook. “Dal 28 giugno – ha scritto infatti Speranza – superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts“.

I pareri della maggior parte degli esperti sono stati dunque ascoltati e la mascherina all’aperto andrà via nel giro di una settimana. Ci sono però delle condizioni ben precise che la popolazione dovrà comunque rispettare. La mascherina sarà obbligatoria in caso di assembramenti, (es: mercati, fiere, code, ecc…), sui mezzi di trasporto e in tutti gli esercizi commerciali – quindi dovrà essere portata sempre dietro.

In Campania però, il governatore Vincenzo De Luca, è stato chiaro sull’argomento: “Noi manterremo l’obbligo all’esterno della mascherina. Anche perché in certi casi si determinano meccanismi imitativi. Se si decide di renderla facoltativa ci saranno ragazzi imbarazzati a camminare con la mascherina quando gran parte dei loro colleghi non la porta. Noi credo manterremo l’obbligo anche in estate“.

La scelta di De Luca, che ancora non è stata ufficializzata, non ha reso felice il primo cittadino di Napoli Luigi de Magistris che ieri ha attaccato il suo “nemico” proprio sull’argomento: “Sono favorevole già da oggi a togliere le mascherine all’aperto perché credo che in questo momento è veramente inutile, se non controproducente per altre patologie. Ma facciamo decidere il governo. Se qualcuno si discosta viola la legge, punto”.

Potrebbe anche interessarti