Napoli, al Pascale terapie personalizzate per i malati oncologici

pascale terapie personalizzate tumori

Al Pascale di Napoli è stato istituito un gruppo di lavoro multidisciplinare che permetterà di utilizzare terapie personalizzate per i pazienti con tumori. Grazie a questo gruppo verranno favorite le analisi genetiche dei tumori per offrire dei percorsi di medicina di precisione. I pazienti oncologici verranno messi al centro grazie a terapie mirate in base ai dati genetici dei tumori.

Il gruppo del Pascale, Molecular tumor board, si impegnerà a fornire risposte e indirizzi al Servizio Sanitario Regionale per avere nuovi approcci di terapie personalizzate legate allo sviluppo della medicina per poter fornire anche dei farmaci innovativi ai pazienti che combattono con i tumori. All’interno dello staff ci saranno diverse figure professionali in grado di interpretare l’enorme quantità di dati raccolti dalle analisi molecolari del tumore del paziente.

A commentare la nascita di questo gruppo di lavoro, è il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi: “L’approccio terapeutico alla malattia tumorale è cambiato molto in questi ultimi anni, perché tutto il contesto è in continua evoluzione, macchinari, farmaci, metodiche, prestazioni. Non possiamo fermarci. La salute dei cittadini viene prima di tutto. Con questi due nuovi decreti la Rete Oncologica ha la possibilità di avere un diretto impatto sulla qualità delle cure del paziente; abbiamo in campo numerosi progetti per connettere gli ospedali della rete al territorio ed alla medicina generale. Una connessione Ospedale-Territorio guidata dalla gestione digitale della domanda e offerta oncologica mediante la piattaforma della ROC”. 

Infine, Sandro Pignata, responsabile scientifico della Rete, si è così espresso: “Con la nomina di questo nuovo gruppo di lavoro multidisciplinare in ambito oncologico, la Regione intende rafforzare la sinergia e la collaborazione tra i vari soggetti della Roc per governare al meglio l’accesso ai nuovi approcci terapeutici e favorire i percorsi di diagnosi, cura, riabilitazione di quei tanti cittadini che durante la loro vita sono chiamati a confrontarsi, purtroppo, con la malattia oncologica“,

 

Potrebbe anche interessarti