MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Napoli, l’artista Sepe in mostra: svelerà il mistero nascosto nelle ali della scultura

L’artista napoletano Domenico Sepe torna ancora una volta ad emozionare il pubblico, portando all’interno della Basilica di San Giovanni Maggiore, dal 25 luglio 2021, la mostra ‘La Materia e l’Eterno’, a cura di Daniela Marra e Ferdinando Sorrentino.

Domenico Sepe nella Basilica di San Giovanni Maggiore con la mostra ‘La Materia e l’Eterno’

Già presentato nella straordinaria cornice del Rione Terra di Pozzuoli, l’evento culturale dedicato alle opere del maestro Sepe promuove una riflessione sull’arte come mezzo espressivo di condivisione tra l’antico e il contemporaneo. Stavolta sarà uno dei più importanti monumenti napoletani ad accogliere le proiezioni dell’artista partenopeo, definito il poeta della materia.

All’interno della Basilica, il Rinascimento contemporaneo che contraddistingue il celebre scultore, viene a contatto con movimenti classici e anticlassici, attraversando ogni spazio sacro dell’esistenza e della storia: dal mito alla religiosità, passando per il quotidiano e facendo quasi tornare in vita i grandi maestri del passato.

Un’esposizione che ben si colloca all’interno del tempio e che, tra reliquie sacre, portali gotici, antiche catacombe, mosaici marmorei, pilastri monolitici di epoca romana ed epigrafi misteriose, svelerà il mistero che si cela dietro la scultura ‘Divino Segreto’: la madrina alata della mostra ben delineata dalla museologa Daniela Marra all’interno della pubblicazione ‘Domenico Sepe. La materia e l’eterno’.

A tutto ciò si aggiunge l’atmosfera del luogo, reso ancor più suggestivo dal racconto mitologico che si lega ad esso. Si narra, infatti, che la sirena Partenope abbia trovato sepoltura proprio nel punto in cui sorge il tempio. Una tesi che sembra trovare conferma anche nell’iscrizione della preghiera pagana rivolta a Partenope che domina una delle pareti della Basilica. Ed è proprio da questo mito che nasce la suggestione per lo svelamento del segreto nascosto nelle ali della scultura in bronzo di Domenico Sepe.

La mostra è visitabile tutti i giorni, ad ingresso libero, dalle ore 9:00 alle 13:00. E’ possibile accedervi anche dalle 15:00 alle 18:00 ma, per il mese di agosto, in tale fascia oraria è gradita la prenotazione tramite whatsapp ai numeri 3318423963 e 3204692963.

Potrebbe anche interessarti