MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Green pass obbligatorio, al Parco di Pompei tamponi rapidi gratuiti per i visitatori

pompei tamponi gratuiti
Foto fb Scavi Pompei

Da domani, 6 agosto, scatta ufficialmente il green pass per accedere ai ristoranti al chiuso o visitare i luoghi della cultura. Anche per entrare nei siti del Parco archeologico di Pompei sarà necessaria esibire la certificazione verde covid. Essa certifica infatti la vaccinazione compiuta, l’esito negativo di un tampone o l’essere guariti dal covid.

TAMPONI GRATUITI AL PARCO DI POMPEI

Come fa sapere il Parco archeologico di Pompei attraverso un comunicato:

Nel pieno rispetto della normativa governativa e al fine di garantire la massima accoglienza di tutto il pubblico e facilitare l’accesso al sito di Pompei, il Parco Archeologico, in collaborazione con la Regione Campania – ASL 3 Napoli, attiva a partire dal 6 agosto una postazione presso l’ingresso di Piazza Anfiteatro, nei consueti orari d’ingresso al sito, per la somministrazione di tamponi antigenici rapidi con rilascio di relativa certificazione”.

I tamponi, che per ora si svolgono in maniera sperimentale, sono gratuiti per i visitatori del Parco di Pompei. Come dichiarato dal Direttore Generale, Gabriel Zuchtriegel:

In una situazione di emergenza globale come quella che stiamo vivendo, compito di chi gestisce un luogo della cultura deve essere di conciliare al meglio le esigenze di salute e sicurezza pubblica con la nostra missione di essere un luogo inclusivo, accessibile e aperto a tutti. In quest’ottica, abbiamo chiesto alla Regione Campania la possibilità di attivare un presidio per test rapidi gratuiti per i nostri visitatori. Si tratta per ora di una sperimentazione che monitoreremo con attenzione, ma tempi di crisi a volte richiedono risposte veloci e insolite. Ringrazio la Regione Campania e l’ASL Napoli 3 di aver prontamente accolto la nostra richiesta e i visitatori per la loro comprensione e collaborazione.”​

Nei giorni scorsi, il direttore della Cappella di Sansevero aveva deciso di dimettersi essendo contrario all’introduzione del green pass nei luoghi della cultura.

Potrebbe anche interessarti