San Gaetano Thiene, i napoletani non lo hanno mai dimenticato

san Gaetano

Nato nell’ottobre del 1480 dalla ricca famiglia dei conti Thiene di Vicenza, San Gaetano svolgerà la sua attività maggiore principalmente a Napoli dove è ancora oggi molto venerato.

Il Santo fondatore dei “Chierici Regolari” detti poi “Teatini”, nella città partenopea fondò ospizi per anziani, potenziò l’attività  dell’Ospedale degli Incurabili, fondò i Monti di Pietà per i giusti prestiti e le elargizioni, da cui nel 1539 sorse il Banco di Napoli. Suscitò nel popolo la frequenza assidua dei sacramenti e lo aiutò durante le carestie e le epidemie di colera. Inoltre durante i tumulti sanguinosi del popolo partenopeo contro il tribunale dell’Inquisizione (unico popolo in Europa a ribellarsi), San Gaetano offrì a Dio la sua vita in cambio della pace, infatti morì a Napoli a 66 anni di stenti e preoccupazioni e due mesi dopo tornò la pace in città.

Il popolo napoletano non ha mai dimenticato il Santo vicentino donatosi a loro fino alla morte in un’assistenza continua e senza riserve, difatti la piazza dinnanzi la Basilica di San Paolo Maggiore è intitolata a lui. Tale basilica, dove è deposto il corpo del Santo, è nota al popolo come di S. Gaetano ed è meta di continui pellegrinaggi da parte dei fedeli del rione e di tutta Napoli.

Nella piazza vi è una grande statua (in foto) che raffigura il Santo compatrono della città, così come in altre zone di Napoli.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più