Merck scalza Pfizer sperimentando pillola anti-covid: “Ricoveri diminuiti del 50%”

pillola anti-covidMerck scalza Pfizer, sperimentando una pillola anti-covid. Nei giorni scorsi la celebre casa farmaceutica Pfizer ha dichiarato di star sperimentando con successo una pillola anti-covid. Tuttavia, oggi, 1 ottobre 2021, un’altra casa farmaceutica, la Merck, ha dichiarato di aver prodotto un farmaco efficace contro il coronavirus.

A renderlo noto è stato un comunicato della sopra citata azienda farmaceutica, che ha pubblicato i dati della sua sperimentazione: i ricoveri sono diminuiti del 50% circa. La pillola, infatti, come il vaccino, avrebbe il fine di ridurre il rischio di contagio e, in casi particolarmente gravi, di evitare eccessivi aggravamenti dei pazienti affetti dal virus, abbattendo così la percentuale di decessi.

Il prossimo passo, come dichiara la stessa azienda, sarà quello di richiedere alla FDA, l’ente governativo statunitense  che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, di approvare il consumo del farmaco su larga scala, date le blande controindicazioni e gli esponenziali benefici registrati. Se l’autorizzazione dovesse essere concessa, questa sarebbe il primo farmaco somministrato per via orale e privo di iniezione, atta a preservare l’uomo dal coronavirus.

Lo studio, che ha interessato circa 775 persone adulte affette da covid-19, ha riscontrato un notevole calo di ospedalizzazioni e decessi in seguito all’assunzione della pillola. Gli immediati riscontri positivi, hanno concesso alla Merck di rendersi conto dell’efficacia del proprio prodotto e scalzare le sperimentazioni ancora in atto di Pfizer.


Potrebbe anche interessarti