Manfredi a de Magistris: “Non sono libero? I cittadini hanno giudicato”

Il neoeletto sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, risponde alle dichiarazioni di Luigi de Magistris, che aveva espresso alcune perplessità sulla nuova Amministrazione Comunale alla guida della città.

Sul sindaco non ho nulla da dire, gli auguro buon lavoro, ma mi sembra un sindaco che comincia non libero“, aveva affermato de Magistris a proposito di Manfredi. L’ex Ministro dell’Università, adesso, ha risposto a questa dichiarazione rilasciata a margine delle elezioni. Queste le sue parole a La Repubblica:

“De Magistris ha detto che non sarò mai un sindaco libero? Il giudizio lo hanno dato i cittadini, che sono i miei interlocutori. Deve finire il tempo delle parole e deve cominciare la stagione dei fatti“, sostiene Manfredi. “Se il 63% dei cittadini ha votato me e la mia è stata la seconda lista più votata, è perché conosce la mia storia e sa ciò che ho realizzato“.

Il nuovo sindaco di Napoli si è soffermato anche sulla lettera scritta dall’arcivescovo Battaglia contro la camorra, in seguito agli agguati verificatisi negli ultimi giorni. “L’appello lanciato all’intera città da Monsignor Mimmo Battaglia contro la criminalità organizzata, tornata ad insanguinare le nostre strade, contiene un forte richiamo alle coscienze che merita risposte concrete in primis dalle Istituzioni“, afferma Manfredi.

Se da una parte, grazie agli investimenti del Governo nazionale e di quello regionale, metteremo in campo misure necessarie a garantire maggiore sicurezza e legalità, dall’altra abbiamo sin da subito promosso un patto educativo che veda coinvolti tutti i soggetti impegnati sul territorio in un’opera di prevenzione sociale e formazione delle nuove generazioni. In questo percorso, l’azione della Chiesa sarà fondamentale“.