Green Pass, verso la proroga fino all’estate 2022: le ipotesi al vaglio del Governo

L’obbligo di Green Pass, in vigore dal 15 ottobre anche per il mondo del lavoro, potrebbe essere esteso fino all’estate del 2022.  Tra le ipotesi al vaglio del Governo, infatti, spunta non solo la possibile estensione della certificazione fino a marzo ma anche un’eventuale proroga che porterebbe ad allungarne l’obbligatorietà fino all’estate.

Obbligo di Green Pass fino all’estate del 2022: l’ipotesi al vaglio del Governo

Se da un lato si discute sulla probabile proroga dello stato d’emergenza, in scadenza il 31 dicembre, dall’altro si delinea la possibilità di estendere l’obbligo del Green Pass fino a primavera inoltrata. Le misure, seppur collegate, potrebbero seguire diversi destini.

Già il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, aveva affermato: “Il Green Pass lo toglieremo ma non ora. Sarà l’ultima cosa che toglieremo. Bisogna procedere per gradi. Prima verrà meno il distanziamento, poi le mascherine e infine il Green Pass”.

Stando alle prime indiscrezioni la validità del certificato potrebbe durare almeno fino al marzo del 2022. In queste ultime ore, tuttavia, secondo le anticipazioni fornite da ‘Il Messaggero’, spicca un’ulteriore ipotesi: quella di estendere la misura fino al periodo estivo con l’obiettivo di abolire l’obbligo progressivamente.

Al momento, tuttavia, nessuna decisione è stata presa. Sia la proroga dello stato d’emergenza che quella del Green Pass dipenderanno dall’andamento dei contagi così come delle vaccinazioni anti-covid. Quanto alla certificazione verde è molto probabile che l’obbligo slitti al 2022. 

Potrebbe anche interessarti