Green Pass, Governo verso la proroga dell’obbligo: fino a quando potrebbe durare

Dal 15 ottobre è scattata l’estensione dell’obbligo di Green Pass anche per il mondo del lavoro che in vista dell’anno nuovo, nonostante le proteste per l’abolizione siano ancora in corso, potrebbe restare in vigore almeno fino al marzo del 2022. Il Governo, infatti, sembrerebbe intenzionato a rafforzare la misura per incentivare la campagna vaccinale

Obbligo di Green Pass: dall’abolizione all’estensione fino a marzo

Come ormai noto, a decretare le sorti del certificato vaccinale saranno i numeri della campagna vaccinale. Già il commissario all’emergenza covid, Francesco Paolo Figliuolo, la scorsa settimana, nel corso di un intervento a Padova, aveva dichiarato: “Quando raggiungeremo il 90% dei vaccinati e se i comportamenti continueranno ad essere responsabili credo che il Governo penserà a qualcosa che potrà andare verso un alleggerimento delle misure di contenimento attuali come l’obbligo di Green Pass”.

Il target prefissato potrebbe essere vicino se si considera il fatto che, come evidenziato dal report vaccinale reso noto dal Governo, gli over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale si attestano all’82,41%. Resta, tuttavia, una parte della popolazione che ha deciso di non aderire alla campagna vaccinale portando, dunque, ad un rallentamento delle somministrazioni.

A ciò si aggiunge l’indebolimento della protezione offerta dal vaccino che rende sempre più concreta la possibilità di allargare la platea destinataria della terza dose. L’idea, infatti, è quella di avviare già da gennaio le somministrazioni del terzo richiamo per tutti. In più preoccupa l’aumento di casi in diverse parti del mondo, come la Cina, e il lieve incremento dell’RT in Italia segnalato dall’ultimo rapporto dell’Iss.

Motivazioni che hanno spinto il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto a Radio Capital, a dichiarare: “Il Green Pass lo toglieremo ma non ora. Sarà l’ultima cosa che toglieremo. Bisogna procedere per gradi. Prima verrà meno il distanziamento, poi le mascherine e infine il Green Pass”.

Posizione che trova l’accordo del Governo che, stando alle indiscrezioni fornite da ‘La Stampa’, sembrerebbe proiettato verso l’estensione dell’obbligo almeno fino al marzo del 2022. Ciò in quanto secondo l’esecutivo la misura si attesterebbe come incentivo alla vaccinazione, dando una nuova spinta alla campagna. Intanto si discute anche dello stato d’emergenza, in scadenza il 31 dicembre 2021. La decisione, tuttavia, non è stata ancora presa.

Potrebbe anche interessarti