Covid, l’allarme di Nursing Up: “68 operatori sanitari positivi al giorno. Vogliamo risposte”

Il sindacato Nursing Up lancia ancora una volta l’allarme sull’aumento degli infermieri risultati positivi al covid. Nonostante il personale sanitario sia vaccinato con doppia dose, infatti, soltanto negli ultimi cinque giorni si sono registrate 343 positività.

Nursing Up lancia l’allarme sull’aumento degli infermieri positivi al covid

Stando all’indagine sindacale, basata sui dati trasmessi dall’ISS, la media dei professionisti infettati sale vertiginosamente a 68 al giorno. Da circa 50 positività giornaliere oggi ci si avvicina alla soglia dei 70 infetti giornalieri.

Di qui le parole di Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up, che chiede ancora una volta al Ministero della Salute di fare chiarezza sulle cause dell’aumento e sulla terza dose: “L’aumento costante delle infezioni dei professionisti della sanità, lento ma pericolosamente costante, è di nuovo sotto gli occhi di tutti. Riteniamo che pur essendo, almeno allo stato attuale in una situazione non allarmante, essa va di certo monitorata con estrema attenzione. Chiediamo una volta per tutte, al Ministro Speranza, una risposta chiara sulla terza dose”.

Non solo il numero di sanitari contagiati è in aumento ma anche quello dei cittadini. A confermarlo è la stessa Cabina di Regia che sottolinea un progressivo incremento nazionale dell’incidenza RT, con un rischio oggi definito moderato per ben 18 regioni.

“Siamo passati, sempre su base degli ultimi 30 giorni, ai 1377 di lunedì 25 ottobre (25 settembre-25 ottobre), per arrivare a 1720 di ieri venerdì 29 ottobre (29 settembre-29 ottobre). Oggi se ne contano 1734 (30 ottobre 2021), ovvero 14 contagiati in più in 24 ore” – continua De Palma.

“L’aumento c’è ed è un dato di fatto e ci racconta di 343 nuovi casi in più in appena cinque giorni, ovvero 68 operatori al giorno. Lo dicono i dati ISS. Se a questi, come abbiamo sempre fatto, incrociamo i dati Inail, scopriamo che l’82% di chi si ammala nelle corsie sono come sempre gli infermieri. Quindi ben 55 infermieri al giorno si sono ammalati nell’ultima settimana”.

Una situazione che, in caso di un ulteriore peggioramento, potrebbe divenire preoccupante: “Se l’aumento, così com’è, dovesse rimanere costante arriveremmo di certo a sfiorare i duemila contagi di operatori sanitari entro fine novembre”.

“Vorremmo comprendere, sulla base di una accurata indagine scientifica, perché gli operatori sanitari si stanno ammalando di nuovo. Abbiamo il diritto di capire qual è lo stato immunitario di coloro che si sono vaccinati a inizio anno. Pretendiamo di sapere fino a che punto la terza dose sarà capace di agire sulle nuove varianti” – conclude.

Intanto anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha evidenziato il problema delle positività in aumento anche tra la popolazione vaccinata. Di qui la necessità di avviare una campagna di massa dedicata alle terze dosi.

Potrebbe anche interessarti