Bimbo ricoverato al Santobono, Conenna: “E’ molto grave e non respira da solo”

Il bimbo di 11 anni positivo al Covid e ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale pediatrico Santobono è grave.

A dirlo è il direttore generale del nosocomio napoletano, Rodolfo Conenna a Radio Crc.

Conenna: “Bambino ricoverato è in rianimazione ed è molto grave”

Purtroppo la situazione è molto grave. La compromissione polmonare da Covid è importante e attualmente il bambino non respira spontaneamente. Purtroppo sappiamo che quando si arriva all’intubazione la situazione è grave e compromessa, speriamo che riuscirà a superare questa situazione. Abbiamo una intera area di rianimazione molto attrezzata e con persone competenti. Abbiamo avuto anche consulenza con gli esperti del Cotugno con cui siamo in continuo contatto per seguire il bambino. Speriamo bene”. Così Rodolfo Conenna, direttore generale dell’Azienda ospedaliera Santobono/Pausillipon, ha commentato la vicenda del bambino di undici anni ricoverato in gravi condizioni per Covid.

Il bambino quando è stato ricoverato presentava già una grave insufficienza respiratoria e i sintomi gravi della polmonite interstiziale.

Da quando è scoppiata la pandemia – ha detto Vincenzo Tipo, primario del pronto soccorso del Santobono – è il secondo caso grave per Covid che accogliamo presso la nostra struttura: nel primo si trattò di una bambina, anche lei con una polmonite molto severa, e finì in Intensiva. Ora sta bene ed è sottoposta dal nostro team che si occupa dei pazienti post Covid a periodici controlli per verificarne la piena ripresa“.

Clicca qui per l’intervista completa!

Potrebbe anche interessarti