Napoli, spacciava droga col “panaro”: lo calava dal balcone e vendeva

Napoli, calava il panaro dal balcone per spacciare. Arrestato.

Napoli, spacciava calando il “panaro” dal balcone

Ieri sera i Falchi della Squadra Mobile e gli agenti del Commissariato Vicaria Mercato, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno sorpreso un uomo che stava calando dal balcone un paniere. Una persona in strada a bordo di uno scooter, dopo aver inserito delle banconote nel contenitore da cui ha prelevato qualcosa, si è allontanata frettolosamente.

I poliziotti hanno effettuato un controllo presso l’abitazione dell’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per reati in materia di stupefacenti, dove hanno rinvenuto 8 involucri contenenti 1,6 grammi circa di cocaina, una busta con 255 grammi circa di sostanza da taglio, diverso materiale per il confezionamento della droga e 80 euro. Un 51enne napoletano è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Una tecnica di spaccio che ricalca l’antica tradizione napoletana del “panaro”. Si tratta di un cestino intrecciato in vimini di forma emisferica con un manico ricurvo. Il termine deriva dal latino panarum che stava ad indicare un cesto nel quale riporre il pane. A Napoli e provincia da secoli viene fatto scendere e salire dal balcone per calare oggetti o per ritirare la spesa dal negoziante di sotto.

Potrebbe anche interessarti