Federico II al top nel mondo, 349 ricercatori nella classifica di Stanford: ci sono Manfredi e Cosenza

349 ricercatori della Federico II al top nel mondo: ci sono Manfredi e CosenzaNapoli Grande soddisfazione per l’Università Federico II, che vede crescere il numero di ricercatori presenti nella classifica mondiale stilata dal’Università di Stanford. Questa ha pubblicato un aggiornamento della lista che rappresenta il top 2% dei ricercatori più citati in varie discipline. Il rapporto è stato compilato da un team di esperti coordinati dal John Ioannidis, eminente Professore di Stanford. Il database pubblicato è costituito dal nome di 100mila ricercatori; vengono fornite informazioni standardizzate su citazioni, prolificità (H-Index), impatto delle pubblicazioni in cui si figura come co autori, citazioni in studi in differenti posizioni di paternità e un indicatore composito.

Le classifiche sono due: una relativa alla carriera del ricercatore nella sua interezza, l’altra prende in considerazione l’ultimo anno. I ricercatori sono classificati secondo 22 campi scientifici e 176 sotto campi.

349 ricercatori della Federico II nella classifica di Stanford

In questo 2% sono presenti ben due esponenti dell’amministrazione comunale di Napoli: il sindaco Gaetano Manfredi e l’assessore Edoardo Cosenza. L’ex rettore è al 96esimo posto in Ingegneria Civile, nello stesso campo Cosenza è 354esimo. Tanti ad ogni modo i ricercatori e docenti della Federico II al vertice, che inoltre aumentano anno dopo anno: nel 2020 sono 226 gli scienziati in classifica rispetto ai 168 del 2019, mentre nella classifica riferita alla carriera per intero si passa da 108 a 123. Spesso precedono anche i colleghi di istituti ben più blasonati e ricchi, le Università private del mondo anglosassone che possono contare su bilanci milionari e strutture ed infrastrutture che nel “povero” Mezzogiorno d’Italia si possono soltanto sognare.

Potrebbe anche interessarti