Papà perde il cellulare con i ricordi del figlio morto: “L’ho trovato ma è distrutto”

Foto fb Francesco Nocerino

Ha fatto il giro del web l’appello di Francesco che cercava disperatamente il suo cellulare, smarrito a Portici, per tornare in possesso delle foto e gli audio di suo figlio Angelo, morto a soli 21 anni, ma purtroppo lo ha ritrovato completamente distrutto. Nonostante ciò l’uomo ha voluto ringraziare sentitamente la cittadinanza che fin da subito è accorsa in suo aiuto.

Francesco ritrova il cellulare smarrito a Portici: “E’ distrutto”

Alla trasmissione ‘Chi l’ha visto’ che aveva accolto il suo appello, Francesco ha raccontato: “Ho ritrovato il mio telefono ma purtroppo non posso recuperare niente. E’ distrutto ed è privo di scheda dentro. Grazie comunque a tutti”.

Sarebbe stato un passante a notare il cellulare per strada e a mettersi in contatto con l’uomo. Francesco aveva spiegato di aver cercato più volte per strada quel giorno e tentato ripetutamente di chiamare al suo numero: “Prima squillava e poi lo hanno staccato. Ho rifatto quella strada venti volte, a piedi, ho guardato sotto le macchine e non l’ho trovato”.

E’ probabile che qualcuno lo abbia preso cercando prima di utilizzarlo, rimuovere la scheda, che risulta ancora smarrita, per poi gettarlo nuovamente in strada. L’apparecchio consegnato a Francesco risulta completamente inutilizzabile ma è possibile che, attraverso l’aiuto di un tecnico, possa almeno recuperare il contenuto riuscendo così a sentirsi nuovamente ‘vicino’ al suo Angelo.

Potrebbe anche interessarti