Covid, spunta una nuova variante con alto numero di mutazioni: potrebbe eludere le difese immunitarie

Con l’avvento della quarta ondata, che ha costretto il Governo italiano a correre ai ripari con nuove misure, gli scienziati hanno isolato una nuova variante Covid, la B.1.1.529, caratterizzata da un elevato numero di mutazioni che potrebbero eludere le difese immunitarie. Secondo gli esperti la diffusione del nuovo ceppo potrebbe determinare una ulteriore risalita di contagi.

Nuova variante covid con alto numero di mutazioni

Stando a quanto rende noto il ‘The Guardian’ la variante ha fatto il suo ingresso in Botswana per la prima volta dove sono stati sequenziati tre casi. In breve tempo, come accade di consueto, si è diffusa altrove: altre sei positività sono state rilevate in Sudafrica e una ad Hong Kong. Di qui l’importanza del monitoraggio per evitare che, come già successo per altre mutazioni, la variante possa diffondersi ulteriormente.

A fare chiarezza sulla natura del nuovo ceppo è il dottor Tom Peacock, virologo dell’Imperial College di Londra, che rendendo noti i dati su un sito specializzato sottolineando che “la quantità incredibilmente elevata di mutazioni della proteina spike suggerisce che ciò potrebbe essere motivo di vera preoccupazione”.

Su Twitter l’esperto ha dichiarato che potrebbe trattarsi soltanto di un cluster ma, considerando i rischi connessi alla sua circolazione, risulta necessario valutarne con attenzione l’andamento. In più ha annunciato che nuove sequenze, che sembrano collegate ai cluster precedenti, sono state isolate in Francia e anche in Italia.

“È difficile prevedere quanto possa essere trasmissibile in questa fase. Per il momento dovrebbe essere attentamente monitorato e analizzato, ma non c’è motivo di preoccuparsi eccessivamente a meno che non inizi ad aumentare di frequenza nel prossimo futuro” – ha chiarito il professor Francois Balloux, direttore dell’UCL Genetics Institute

Potrebbe anche interessarti