Scuola, la Regione Campania propone: “Didattica a distanza per un mese dall’8 dicembre”

bimba disabile primo giorno di scuolaCon la risalita dei contagi da covid la Regione Campania sembrerebbe intenzionata ad intervenire sul comparto delle scuole proponendo al Governo di ripristinare il regime della didattica a distanza dall’8 dicembre, anticipando dunque lo stop previsto per le feste natalizie.

Regione Campania, la proposta: “Didattica a distanza dall’8 dicembre”

Il vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, intervenuto ai microfoni di ‘Alis Channel’ ha commentato il provvedimento approvato dal Governo annunciando la richiesta effettuata dalla Regione durante l’ultimo incontro: “Sulla vaccinazione anti-covid per i bambini il Governo ha dato un segnale di attenzione. Sembra che si aspettino le decisioni finali degli organismi preposti dopodiché anche questo tabù verrà infranto”.

“Tra l’altro, nell’ultima riunione, noi abbiamo avanzato una proposta cioè quella di avere per la scuola dell’obbligo, dall’8 dicembre, un mese di didattica a distanza visto che ci separano circa 10 giorni dalla pausa natalizia. In realtà sommando il periodo delle vacanze non sarebbe nemmeno un mese. Questo perché i dati sono molto preoccupanti soprattutto in questa fascia di età”.

Dunque, ancora una volta, dalla nostra Regione arriva la spinta per ripristinare il regime della Dad sospendendo le attività in presenza dall’8 dicembre agli inizi di gennaio. Al momento, tuttavia, non sono giunte conferme da parte del Governo né della Regione. Se la proposta sarà accolta e ufficializzata si verificherà il ritorno alla didattica a distanza.

Potrebbe anche interessarti