De Luca: “Vaccino ai bambini? E’ indispensabile per tenerli a scuola ed evitare danni”

A seguito del pronunciamento dell’Ema, anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha sottolineato la necessità di somministrare il vaccino anti-covid ai bimbi dai 5 agli 11 anni soprattutto per mantenere aperte le scuole.

De Luca sul vaccino ai bimbi: “E’ indispensabile per tenerli a scuola ed evitare danni”

Il Governatore ha confermato la presenza di altri 5 nuovi contagi riconducibili al manager campano risultato positivo alla variante Omicron. Di qui l’invito alla prudenza rivolto alla popolazione e soprattutto ai cittadini non ancora immunizzati.

Sulla campagna vaccinale dedicata alla popolazione pediatrica, che prenderà il via il prossimo 23 dicembre, De Luca ha dichiarato: “E’ un tema delicato. In questo caso dobbiamo affidarci alle valutazioni dei pediatri, dei ricercatori e della scienza. Per quello che mi riguarda è indispensabile avviare la campagna di vaccinazione anche per i bambini da 5 a 11 anni. Per tenerli a scuola, evitare di tenerli chiusi a casa, evitare danni psicologici e formativi. Dobbiamo dare prova di senso di responsabilità e di razionalità. Non dobbiamo perdere nemmeno un minuto di tempo se vogliamo evitare di chiudere l’Italia”.

Ha smentito, poi, l’ipotetico ritorno alla didattica a distanza dall’8 dicembre annunciato in precedenza dal vice presidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola. A tal proposito il Governatore ha spiegato: “Non ho detto mai nulla anzi ho detto il contrario. Noi stiamo facendo il contrario per tenere aperte le scuole tutto l’anno ma se continuiamo a non vaccinarci e portare i contagi delle scuole alla fine quello sarà l’esito. Il Governo ha deciso che basta un contagio in una scuola per chiuderla. Mi aspettavo una valanga di proteste dalle mamme ‘no Dad’ invece non ha parlato nessuno. Siamo veramente un Paese di squinternati”.

Potrebbe anche interessarti