Sorrento, si accendono le luminarie dedicate a Lucio Dalla: la città non l’ha mai dimenticato

Qui dove il mare luccica e tira forte il vento su una vecchia terrazza davanti al golfo di Surriento…

E’ l’omaggio di Sorrento a Lucio Dalla. Il sindaco, Massimo Coppola, ha acceso le luminarie dedicate al cantautore bolognese venerdì 26 novembre.

Sorrento, luminarie dedicate a Lucio Dalla

Insieme alle luci installate nei vicoli anche l’albero grande in piazza Tasso ha illuminato la cittadina costiera ed aprono ufficialmente la stagione natalizia con un evento dedicato al commercio. “Shopping sotto l’albero” è il titolo della manifestazione, che permetterà a cittadini e visitatori di avere agevolazioni e promozioni nei negozi che aderiscono all’iniziativa. Previsti anche appuntamenti gastronomici come il “Villaggio di cioccolato” e i caratteristici mercatini di Natale. Mario Biondi si esibirà in concerto il 18 dicembre.

L’accensione delle luminarie è stata accompagnata dall’esibizione del chitarrista Jacopo Mastrangelo, con un omaggio a Lucio Dalla, che è cittadino onorario di Sorrento, dal balcone di Palazzo Jannuzzi, la famiglia che lo accolse negli anni ‘60.

Le frasi scelte per le luminarie sono quelle tratte dal celebre successo di Dalla “Caruso”. Incisa nel 1986, è considerata ancora oggi una delle canzoni più celebri e toccanti della musica leggera italiana. Lucio Dalla raccontò di aver scritto questa canzone per caso, dopo essere rimasto vittima di un “naufragio”. Un guasto alla propria imbarcazione infatti, costrinse l’artista ad un soggiorno prolungato all’Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, nella suite dove il grande tenore napoletano trascorse i suoi ultimi mesi di vita. Il brano fu scritto in 72 ore, sotto effetto di una malinconia e struggente ispirazione.

Il legame del cantautore di Bologna con la nostra terra è sempre stato profondo ed anche Napoli e Sorrento non lo hanno mai dimenticato.

Foto di _anna_abagnale

Potrebbe anche interessarti