Usa: “Non andate in Italia per i viaggi”, Capri e Sorrento scrivono al console americano

aeroporto napoliItalia nella black list degli Usa dei Paesi sconsigliati per i viaggi. Operatori turistici e associazioni della Penisola Sorrentina e di Capri hanno trasmesso una nota di protesta al Console generale degli Stati Uniti a Napoli Mary Avery.

Associazioni di Sorrento e Capri scrivono al console americano

Questa è stata firmata da Sergio Fedele, presidente Atex Campania, Mario Colonna, delegato turismo macroarea Aicast Penisola Sorrentina, Franco Cappiello, presidente Aicast macroarea Penisola Sorrentina, Giovanni Rosina, Associazione Charter Campania, e Graziano D’Esposito, presidente Atex Isola di Capri. “Sarebbe opportuno un immediato intervento del Ministro del Turismo e del Ministro degli Esteri” scrivono in un comunicato.

Al Console gli operatori turistici manifestano “perplessità ed amarezza a seguito della decisione del Centers for Disease and Prevention degli Stati Uniti di inserire l’Italia nella lista di Paesi sconsigliati per i viaggi assieme a Germania, Francia, Portogallo e Polonia”.

Eppure – sottolineano i firmatari – come dimostrano gli attuali dati sanitari, il nostro è di gran lunga il Paese messo meglio in Europa. Finire in questa lista nera è veramente paradossale. Le conseguenze per il nostro territorio saranno drammatiche”.

Così le associazioni firmatarie del documento chiedono al Console di sensibilizzare l’amministrazione statunitense per rivedere il provvedimento.

Italia nella black list degli Usa per i viaggi all’estero

Gli Usa sono nel pieno della quarta ondata di Covid e il tasso di vaccinazione con ciclo completo supera di poco il 60%. I Centers for Disease and Prevention (CDP) segnalano i paesi in cui è meglio non viaggiare all’estero. L’altro giorno alla lista sono stati aggiunti Italia, Groenlandia e Mauritius tra le destinazioni a più alto rischio Covid per i viaggi.

Potrebbe anche interessarti