Brindisi Natale, ordinanza di Manfredi: cosa è vietato e strade a rischio assembramenti

Il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha firmato l’ordinanza sindacale avente ad oggetto “Misure contingibili ed urgenti per fronteggiare fenomeni di assembramento su alcune strade cittadine del quartiere Chiaia e del centro storico nel periodo delle festività natalizie“.

Ordinanza di Manfredi sul Natale, movida e bevande

Nell’ambito delle articolate misure adottate da Governo e Regione in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, il distanziamento fisico e il conseguente divieto di ogni forma di assembramento in luoghi pubblici o aperti al pubblico sono state considerate le misure più idonee ad evitare la diffusione della malattia.

Da ultimo la Regione Campania, alla luce dell’inversione di tendenza della situazione epidemiologica registratasi nelle ultime settimane che hanno visto dapprima un arresto della decrescita dei contagi e poi un aumento degli stessi, con ordinanza n. 26 del 30/10/2021 ha prorogato fino al 31/12/2021 tutte le misure di prevenzione sanitaria proposte dall’Unità di Crisi regionale, con particolare riferimento al divieto – dalle ore 22:00 alle ore 6:00 nei luoghi pubblici e aperti al pubblico – di consumo di bevande alcoliche e di assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare.

Zone a rischio assembramenti

Sono state individuate dall’Amministrazione Comunale le seguenti aree cittadine interessate da situazioni di potenziale particolare assembramento nel periodo delle festività natalizie:

1.via Alabardieri; 2.via C. Poerio; 3.vico Satriano; 4.vico Belledonne a Chiaia; 5.vicoletto Belledonne; 6.via Cavallerizza; 7.via Bisignano; 8.piazzetta Rodinò; 9.via Ferrigni; 10.via Fiorelli; 11.vico dei Sospiri; 12.vico II Alabardieri; 13.piazza Bellini; 14.via Santa Maria di Costantinopoli; 15.via Port’Alba; 16.via San Sebastiano; 17.via San Pietro a Majella; 18.piazza Miraglia; 19.piazzetta Nilo; 20.piazza San Domenico Maggiore; 21.via G. Paladino; 22.via Mezzocannone; 23.piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli; 24.via De Marinis; 25.via San Giovanni Maggiore a Pignatelli; 26.via F. S. Gargiulo; 27.via Candelora; 28.largo Baracche; 29.vico Lungo Teatro Nuovo; 30.vico Figurelle a Monte Calvario; 31.vico Due Porte a Toledo.

Il Comune di Napoli ordina:

Fermo restando il rafforzamento dei controlli nelle sopraindicate aree e l’obbligo di rispetto delle disposizioni regionali di cui all’ordinanza n. 27 del 15/12/2021 ordina che:

– a decorrere dal 23 dicembre 2021 e fino al 1 gennaio 2022, laddove l’Autorità di Pubblica Sicurezza ravvisi in dette strade il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19, l’interdizione delle stesse per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private.

– nei giorni 24 e 31 dicembre 2021 ai bar e agli altri esercizi di ristorazione delle suindicate aree il divieto di vendita – anche al banco e ai tavoli all’aperto – di bevande in contenitori di vetro (sia bottiglie sia bicchieri), plastica rigida, lattine, tetrapak o qualsiasi altro materiale rigido, consentendone la commercializzazione solo in bicchieri di plastica leggera o carta.

Multe e sanzioni

Salvo che il fatto non costituisca reato ai sensi dell’art. 650 c.p., le trasgressioni al punto 2. della presente ordinanza saranno punite con la sanzione amministrativa da € 25,00 a € 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs n. 267/00, con applicazione delle procedure previste dalla legge 21.11.1981 n. 689