Terza dose con Moderna, l’annuncio dell’azienda: bisogna raddoppiare per avere più anticorpi

vaccino moderna
Moderna vaccine against SARS-CoV-2 Moderna vaccine against SARS-CoV-2

In una nota pubblicata sul proprio sito internet ufficiale, Moderna ha annunciato che la terza dose “booster” fin qui utilizzata da 50 milligrammi è in grado di aumentare di 37 volte gli anticorpi contro la variante Omicron, ma questi salgono di circa 83 volte se vengono somministrati 100 milligrammi di vaccino. Si tratta di test ancora parziali poiché ci si trova nella fase 2 di 3. Il ciclo di prima e seconda dose viene effettuato con la dose da 100 milligrammi.

I risultati (parziali) dei test di Moderna

La società farmaceutica ha ottenuto tali dati effettuando un test su 20 partecipanti. Ad una parte di costoro è stata somministrata la terza dose di 50 milligrammi, ad altri la dose “intera”. Tutto il gruppo, sostiene Moderna, presentava bassi livelli di anticorpi contro la variante Omicron. A distanza di 29 giorni, in seguito alle analisi effettuate, è emerso che chi aveva ricevuto la mezza dose vedeva incrementati di 37 volte gli anticorpi, un livello di protezione più che raddoppiato in caso di somministrazione della dose intera (83 volte).

Terza dose intera ben tollerata

La compagnia ha annunciato inoltre che, nella seconda fase su tre dello studio, la terza dose da 100 milligrammi appare generalmente sicura e ben tollerata. Gli effetti collaterali riscontrati sarebbero ocmparabili a quelli visti dopo la somministrazione delle prime due dosi; sono state ravvisate reazioni avverse leggermente superiori in chi ha ricevuto 100 milligrammi rispetto a chi ne ha ricevuta la metà.

Potrebbe anche interessarti