Blitz dei Carabinieri ai Quartieri Spagnoli: rimossi paletti, sedie e catene abusive

Napoli, Quartieri Spagnoli. Sedie, paletti e catene per occupare posti auto. Rimozione forzata di Carabinieri e Polizia Municipale.

Quartieri Spagnoli, rimossi paletti sedie e catene abusive

Catene, paletti e cassonetti posizionati abusivamente lungo i vicoli dei Quartieri Spagnoli per garantirsi un parcheggio sicuro.

C’era anche qualche sedia tra gli oggetti rimossi dai Carabinieri della stazione Quartieri Spagnoli e da agenti dell’Ufficio rimozione veicoli della Polizia Municipale partenopea. Un servizio svolto con particolare attenzione nelle strade a ridosso del centro città, dove per qualcuno, il libero arbitrio si scontra con codice della strada e vivere civile.

Le strade sottoposte a questa attività di rimozione dei simboli della prepotenza sono: Lungo Vico Sergente Maggiore, Via Speranzella, Vico Conte Di Mola, Via Nardones e Via Gradoni Di Chiaia.

Prelevati e sequestrati anche 17 scooter e 8 automobili senza assicurazione, parcheggiati in strada senza alcun criterio. I controlli continueranno nei prossimi giorni, anche in altre aree della città.

Simboli della prepotenza, per assicurarsi il parcheggio

Lo scorso ottobre vennero rimossi anche a Torre Annunziata dove fu ucciso Maurizio Cerrato, l’uomo di 61 anni assassinato lo scorso 19 aprile al culmine di una lite scoppiata perché la figlia aveva parcheggiato in un posto in precedenza occupato da una sedia. Sedie, tavoli catene e pali di ferro rimossi perché utilizzati per occupare abusivamente parcheggi in strada.

Potrebbe anche interessarti