Oscar, Paolo Sorrentino entra nella shortlist: il suo film tra i migliori al mondo

Oscar: Paolo Sorrentino entra nella short list dei quindici film stranieri finalisti per la categoria International feature film.

Oscar, Sorrentino entra nella shortlist dei 15 film stranieri

Il regista napoletano potrebbe essere premiato con il film “E’ stata la mano di Dio“, il suo film autobiografico girato a Napoli dopo venti anni dal suo esordio “L’uomo in più”.

Sorrentino si trova in America, a Los Angeles, per sostenere la candidatura del film all’Academy. L’otto febbraio si saprà la cinquina finale dalla quale sarà scelto il vincitore dell’Oscar 2022. La cerimonia si terrà ad Hollywood il 27 marzo. Sorrentino ha già conquistato nel 2013 un Oscar con “La grande bellezza”.

Insieme a “E’ Stata la Mano di Dio” c’erano altre 91 candidature nazionali. Sia “Ennio” di Giuseppe Tornatore che “Marx puo’ attendere” di Marco Bellocchio non hanno conquistato l’entrata nella shortlist del miglior documentario in cui erano in gara oltre un centinaio di film.

“E’ stata la mano di Dio”, film autobiografico

Il film racconta l’infanzia del regista e il suo rapporto con Napoli e Maradona negli anni in cui indossava la casacca azzurra. La storia, come spiegato dalla casa di produzione sul suo sito, parte dal diciassettenne Fabietto Schisa:

Un ragazzo goffo che lotta per trovare il suo posto nel mondo, ma che trova gioia in una famiglia straordinaria e amante della vita. Fino a quando alcuni eventi cambiano tutto. Uno è l’arrivo a Napoli di una leggenda dello sport simile a un dio: l’idolo del calcio Maradona, che suscita in Fabietto, e nell’intera città, un orgoglio che un tempo sembrava impossibile. L’altro è un drammatico incidente che farà toccare a Fabietto il fondo, indicandogli la strada per il suo futuro. Apparentemente salvato da Maradona, toccato dal caso o dalla mano di Dio, Fabietto lotta con la natura del destino, la confusione della perdita e l’inebriante libertà di essere vivi“.

Potrebbe anche interessarti