Nuovo decreto in arrivo: dal coprifuoco per no vax al vaccino obbligatorio per lavorare

E’ attesa per domani l’approvazione del nuovo decreto del Governo che, in vista del Capodanno, sembra intenzionato ad introdurre misure restrittive, soprattutto per i non vaccinati, per frenare l’avanzata del covid e, in particolare, della variante Omicron.

Nuovo decreto di Capodanno: verso nuove misure restrittive

I primi studi sulla variante Omicron ne hanno confermato la maggior contagiosità e a preoccupare gli esperti è soprattutto l’arrivo del picco previsto per gennaio. Ragion per cui, come già annunciato dal Premier Draghi, risulta essenziale proseguire la campagna vaccinale e tenere comportamenti di massima cautela.

Tra le novità principali del nuovo decreto, stando a quanto rende noto ‘Il Corriere della Sera’, potrebbe rientrare la possibilità di poter effettuare la terza dose dopo quattro mesi dall’ultima inoculazione, riducendo dunque i tempi di attesa.

Inoltre, si fa sempre più concreta l’idea di ridurre la validità del Green Pass che potrebbe passare dai 9 mesi attuali ai 6, se non addirittura 5. Per partecipare a grandi eventi o accedere a locali soggetti al rischio di assembramento (come le discoteche) potrebbe essere richiesto l’esito negativo del tampone anche ai vaccinati. In più il divieto dei festeggiamenti in piazza a Capodanno, già promosso dal Presidente della Campania, potrebbe essere esteso a tutta Italia.

Quanto all’ipotesi di introdurre nuovamente il coprifuoco è escluso che la misura possa riguardare i soggetti immunizzati: l’idea sarebbe quello di limitare gli spostamenti soltanto dei non vaccinati. Per evitare che la situazione del contagio possa compromettere l’economia, alcuni ministri hanno proposto di introdurre l’obbligo vaccinale per i lavoratori, soprattutto per le categorie a stretto contatto con il pubblico.

Potrebbe anche interessarti