Super Green Pass, i sindaci delle isole si ribellano: “Non vaccinati in esilio forzato”

“Precludere l’accesso a tali mezzi di trasporto a chi non è in possesso del Super Green Pass significa condannare ad un ‘esilio’ forzato i residenti sulle Isole Minori che, per vari motivi, non si sono sottoposti a vaccinazione anti covid.” Sono le parole di Francesco Del Deo, Sindaco di Forio in merito l’obbligo di Super Green Pass per accedere ai mezzi di trasporto marittimi, in vigore dal prossimo 10 gennaio 2022. Disposizioni che il Presidente ANCIM andrebbero rivisitate. È quanto afferma in una nota indirizzata a Mario Draghi, Roberto Speranza e al Commissario Straordinario per l’emergenza Covid19, Francesco Paolo Figliuolo.

“I mezzi di trasporto marittimi e aerei per le isole minori rappresentano l’unico collegamento possibile con il resto della nazione.” – afferma il Sindaco. Del Deo sottolinea che cittadini delle isole, a differenza di quelli della terraferma, non dispongono di mezzi alternativi per lo spostamento da una regione all’altra.

Ad appoggiare l’opinione del Presidente Del Deo ci sarebbero tutti i sindaci dei 35 Comuni presenti su 87 Isole. Come si legge nella nota, questa disposizione rappresenterebbe una netta disparità di trattamento per i cittadini delle Isole Minori. “Limitare l’accesso ai trasporti marittimi comporta, di conseguenza, una enorme limitazione all’accesso ai servizi essenziali.” Servizi come strutture sanitarie, istituzioni scolastiche o luoghi di lavoro presenti sulla terraferma che i cittadini delle isole possono accedere solo attraverso i trasporti marittimi ed aerei.

Super Green Pass per mezzi di trasporto marittimi ed aerei, Del Deo: “Chiediamo modifiche”

“Chiediamo, quindi, che siano apportate delle modifiche al dispositivo di limitazione dell’accesso ai trasporti marittimi ed aerei per i residenti sulle isole minori.” Proposta condivisa da tutti i sindaci delle isole minori è l’autorizzazione dell’accesso di tali mezzi di trasporto anche a coloro che non sono vaccinati se in possesso di tampone negativo e che devono viaggiare per motivazioni legate alla salute, scuola o lavoro. Una soluzione che “garantirebbe la tenuta della fondamentale continuità territoriale che è quanto mai vitale per i residenti sulle Isole Minori.”

“Vogliamo ricordare che all’avvio della campagna di vaccinazione per le Isole Covid Free c’è stato un forte impegno, con una collaborazione tangibile, da parte di tutti i Sindaci delle Isole Minori che tengono alla salvaguardia del proprio territorio e dei propri concittadini.” conclude così Francesco Del Deo la nota.

Potrebbe anche interessarti