Bacoli, famiglia positiva non ha soldi per fare la spesa: il Comune la compra e regala dolci ai bimbi

bacoli famiglia positivaSecondo i dati diffusi nell’ultimo bollettino di ieri, sono 163.766 le persone in Campania poste in isolamento domiciliare a causa del covid, 164.928 quelle invece attualmente positive. Una situazione non facile dato che chi ha il virus o è stato a contatto con un positivo è costretto a rimanere a casa e auto-sorvegliarsi.

BACOLI, SPESA AD UNA FAMIGLIA POSITIVA IN DIFFICOLTA’

Spesso sono interi nuclei familiari a essere posti in quarantena e sorgono alcuni problemi base come fare la spesa, buttare la spazzatura, non avere più soldi a causa del mancato introito generato dal lavoro. E’ l’intera comunità di Bacoli allora a stringersi intorno ad una famiglia positiva che aveva scritto un messaggio di aiuto al sindaco Josi della Ragione. Il primo cittadino spiega come nessuno sarà lasciato solo, diffondere la notizia attraverso il suo profilo social:

Ho appena ricevuto un messaggio commovente da una famiglia di Bacoli. Mamma, papà e due piccoli, chiusi da giorni in casa a causa del Covid. Hanno avuto difficoltà economiche, per l’impossibilità di poter aprire il prorpio negozio. Ci siamo attivati. Abbiamo acquistato e consegnato una spesa di aiuti alimentari. E dolci per i bambini. Vedere i loro volti felici, seppur in foto, è stato meraviglioso. Un piccolo sollievo, frutto di un’opera di solidarietà. Lo so, c’è ancora da soffrire in questa pandemia che sembra non finire mai. Ma sappiate che noi ci siamo. E continueremo ad aiutare tutti. Per i vaccini, per i tamponi, per gli aiuti alimentari, per le quarantene. A voi chiedo solo di continuare a resistere. A voi, chiedo soltanto di contattarci ogni volta che ne avete bisogno. Non dovete restare in silenzio. Il Comune è al vostro fianco. Siamo una famiglia. Un unico popolo, un’unica comunità. Insieme, stiamo lottando da due anni. Ed insieme ne usciremo fuori. Chi ha bisogno, sarà sempre aiutato. Sempre. Nessuno sarà lasciato solo. Forza. Un passo alla volta“.

Potrebbe anche interessarti