Vaccini, assembramenti e caos nel Napoletano: arriva l’obbligo di prenotazione

Dal prossimo 14 gennaio sarà obbligatorio prenotare il vaccino nel territorio dell’Asl Napoli 3 Sud. La decisione è stata presa in virtù dell’aumento esponenziale della domanda da parte dei cittadini, vista l’attuale situazione epidemiologica e l’obbligo vaccinale per gli over 50.

La direzione dell’Asl Napoli 3, rende noto l’Ansa, ha inviato una comunicazione ufficiale indirizzata ai responsabili dei distretti sociosanitari in cui è scritto che si è deciso di accogliere le richieste provenienti da diversi sindaci, i quali aspiravano a un modello organizzativo diverso e più efficiente “vista l’emergenza epidemiologica da Sars-CoV-2, con la recrudescenza dei contagi e l’obbligatorietà della vaccinazione per gli over 50 e considerata l’eccezionale affluenza ai punti vaccinali che non consente un’ordinata e programmata fruizione della somministrazione del vaccino, con conseguente disagio per i cittadini e per il personale sanitario di front-line”.

Per i cittadini con più di 12 anni che devono ricevere la terza dose sarà obbligatorio utilizzare la piattaforma open day di Soresa. ”Si precisa – continua la nota – che per accedere ai punti vaccinali la prenotazione è sempre obbligatoria. Non saranno infatti vaccinati per la terza dose i soggetti privi di tale requisito”. Lo stesso vale anche per le prime dosi. Per la fascia da 5 a 11 anni la prenotazione potrà avvenire anche tramite gli specialisti.

”Il numero dei cittadini che potranno accedere giornalmente alla vaccinazione – comunica infine l’Asl Napoli 3 Sud – sarà determinato sulla base della capacità operativa dei singoli centri vaccinali e dalla disponibilità dei vaccini nel rispetto delle priorità di accesso definite dalla norma vigente”.

Potrebbe anche interessarti